Notizie

Kiss, le scuse di Gene Simmons per le affermazioni sulla morte di Prince

kiss-gene-simmons-prince-scuse

Gene Simmons torna sui suoi passi riguardo alla morte di Prince e fa le sue scuse. Il frontman dei Kiss, parlando in un intervista a Newsweek della recente scomparsa di big come il genietto di Minneapolis e David Bowie, aveva affermato che le morti dei due colleghi non vanno messe sullo stesso piano.
«Quella di Bowie è la più triste di tutte perchè causata da una malattia. Per tutte le altre si è trattato di una scelta. Nel caso di Prince, le droghe lo hanno ucciso. Credete veramente che sia stato ucciso da un’influenza?» ha detto senza troppi giri di parole. E poco dopo ha rincarato la dose: «È patetico che si sia tolto la vita. Non prendiamoci in giro, questo è quello che ha fatto. Lentamente, certo. Perchè è questo quello che provocano droga e alcool: una lenta morte».

Ora sono arrivate le scuse per i toni diretti, in particolare per quel “patetico” che ha suscitato grande clamore. «La mia famiglia mi ha ricoperto di insulti per la mia lingua troppo lunga. Chiedo scusa, è che mi arrabbio sempre molto quando si parla di droghe perchè conosco da vicino le storie di amici e familiari affetti da dipendenza… Per esperienza so che hanno reso la vita mia e quella di chi sta loro vicino difficile… Non mi sono espresso correttamente in questo caso. Non mi tiro indietro nelle controversie e le critiche negative non mi toccano. Quando so di essere nel giusto vado avanti per la mia strada senza fare passi indietro, ma non è questo il caso, perciò porgo le mie scuse» si legge in un lungo post apparso su Twitter.

Commenti

Commenti

Condivisioni