Notizie

La lettera di Dave Grohl ai fan

Dave Grohl ha preso tastiera e Facebook e ha scritto una lettera a tutti i fan dei Foo Fighters, per raccontargli l’incredibile 2011 della band e ringraziarli. Ecco cosa ha scritto Dave:

«È passato un po’ di tempo dall’ultima volta che mi sono seduto a scrivere qualcosa per voi ragazzi, ma stiamo arrivando alla fine di un tour e un anno incredibile, così ho pensato di cogliere questa occasione per dirvi grazie…

Da dove posso iniziare?

Grazie a tutti per aver reso Wasting Light l’esperienza più incredibile della storia – lunga 17 anni – della nostra band. Il fatto che un album di rock and roll, fatto in un garage, completamente analogico, senza l’aiuto di un computer, sia il disco # 1 al mondo e nominato ai Grammy come “Album dell’anno”… beh… ci fa sentire come la band più fortunata del mondo. Così, grazie. Vuol dire tutto per noi.

E gli spettacoli: dal club segreto, al garage dei fan di tutto il paese. Dalle arene, alle feste per gli stadi. Abbiamo fatto i migliori concerti della nostra vita. Grazie a ognuno di voi che è venuto e ha trascorso 2 ore e 45 minuti con noi ogni notte. È stato estenuante, ma abbiamo spaccato tutto!

Guardandoci indietro, non abbiamo mai lavorato così duro per realizzare un album, ma mai è stato così facile inciderlo. Dal primo giorno, l’idea era di fare qualcosa di completamente semplice e onesto, di catturare ciò che accade quando ci riuniamo in una piccola stanza. Nessun grande produzione: ecco perché abbiamo deciso di farlo nel mio garage. Abbiamo voluto mantenere l’elemento umano, lasciando tutte quelle belle imperfezioni: ecco perché abbiamo scelto di lavorare completamente in analogico. E, soprattutto, abbiamo deciso di coinvolgere Butch Vig. Il suo ruolo in questa esperienza è enorme e merita un enorme grazie. Non molti produttori avrebbero accettato la sfida ma Butch è il migliore. Insieme, abbiamo fatto il disco della vita. Ancora una volta.

E a tutti voi… non abbiamo ancora finito. C’è più voglia di prima, altre canzoni da scrivere, altri dischi da registrare nei prossimi anni. Se voi mi aveste detto, 17 anni fa, che nel 2012 avremmo scritto canzoni per il nostro ottavo album in studio…

Se non fosse per voi ragazzi, non saremmo qui. Vi dobbiamo tanto.

Prendetevi cura di voi stessi.

Ci vediamo là fuori, gente. Dave».

Commenti

Commenti

Condivisioni