Notizie

Le migliori coreografie dei videoclip musicali

le-migliori-coreografie-dei-videoclip-musicali

Tra gli aspetti che fanno la differenza tra un comune videoclip musicale e un’opera d’arte in grado di passare alla storia c’è senza dubbio la coreografia. Questo vale soprattutto per le produzioni pop che hanno caratterizzato gli anni Ottanta, Novanta e Duemila, periodo in cui un artista (oltre a possedere il bel canto) doveva dimostrare di sapersi destreggiare tra movenze e balli mozzafiato. I cantanti spesso erano al tempo stesso dei ballerini, capaci di raggiungere risultati ottimi dopo mesi e mesi di prove estenuanti. Uno su tutti Michael Jackson, l’indimenticato re del pop, che con il video di Thriller ha realizzato un vero e proprio cortometraggio con le coreografie più belle della storia della musica.

Il discorso vale, in parte, anche oggi. Basti pensare a nomi come quello di Beyoncé: una delle voci più potenti in circolazione, unita ad uno stile che fa invidia a qualsiasi dancer professionista. Ve la ricordate Single Ladies (Put A Ring On)? Parte del suo successo è stato decretato dalla coreografia, i cui passi sono stati imitati in moltissimi video parodia. Oltre alla bravura dei coreografi, la riuscita di un videoclip la si deve anche al regista, in grado di valorizzare al meglio le performance. Come Michel Gondry – regista francese di film come l’incantevole L’arte del sogno – che ha diretto capolavori come Around The World dei Daft Punk e Let Forever Be dei Chemical Brothers.  

Ma bando alle ciance, godiamoci una selezione delle migliori coreografie che hanno segnato la storia dei videoclip musicali.

Here We Goes Again, OK Go, 2006, dall’album Oh No, regia di Sie & OK Go

It’s Oh So Quiet, Bjork, 1995, dall’album Post, regia di Spike Jonze

Thriller, Michael Jackson, 1983, dall’album Thriller, regia di John Landis

Single Ladies (Put a Ring On), Beyoncé, 2008, dall’album I am…Sasha Fierce, regia di Jake Nava

WTF (Where They From), Missy Elliot ft. Pharrell Williams, 2015, regia di Dave Meyers & Missy Elliott

Around The World, Daft Punk, 1997, dall’album Homework, regia di Michel Gondry

Weapon Of Choice, Fat Boy Slim, 2000, dall’album Halfway Between the Gutter and the Stars, regia di Spike Jonze

The Chemical Brothers, Let Forever Be, 1999, dall’album Surrender, regia di Michel Gondry

Sophie Ellis Bextor, Murder On The Dance Floor, 2001, dall’album Read My Lips, regia di Sophia Muller

Run-D.M.C., It’s Like That – Jason Nevins version, 1997

Commenti

Commenti

Condivisioni