Notizie

Chi è Lele, il vincitore di Sanremo 2017 tra le Nuove Proposte

nuove-proposte-2017

La categoria delle Nuove Proposte è – da tradizione e almeno per noi – la parte musicalmente più interessante del Festival di Sanremo: Lele è il vincitore del 2017, ma la storia vuole che, proprio tra i Giovani in gara, emergano spesso i suoni più contemporanei e i testi più irriverenti anche tra i piazzati. Probabilmente perché gli emergenti non si fanno mai troppi problemi a rischiare qualcosa in più.

Quest’anno le Nuove Proposte in gara erano 8: Braschi e Valeria Farinacci arrivavano da Area Sanremo, mentre gli altri 6 – Leonardo Lamacchia, Maldestro, Lele e Francesco Guasti, Tommaso Pini e Marianne Mirage – avevano partecipato allo speciale Sarà Sanremo.

Leonardo Lamacchia. 22enne barese, Leonardo Lamacchia si è presentato al Festival di Sanremo con il brano Ciò che resta, una ballad romantica semplice e d’effetto. “Sanremo è un frullatore, mi sento un po’ catapultato in questo caos. – ci racconta Leonardo – Il pezzo è nato grazie ad altri due autori, Mauro Lusini e Gianni Pollex, ed è stato bellissimo vedere questa canzone prendere vita da tre generazioni diverse”. A proposito del significato del brano, Leonardo precisa: “Per me andare avanti significa portare con me le cose belle, senza portarmi dietro le cose brutte”. L’EP, Ciò che resta, è uscito il 10 febbraio e vanta due pezzi con la firma di Ermal Meta.

Marianne Mirage. Originaria di Cesena, Marianne è già un volto noto tra gli amanti del cantautorato al femminile contemporaneo. All’Ariston ha portato Le canzoni fanno male, testo scritto – tra gli altri – da Francesco Bianconi dei Baustelle. “Ho cercato tanto questa responsabilità, intendo esibirmi sul palco dell’Ariston. – commenta Marianne – Quando ho sentito la canzone l’ho voluta cantare e pensate che per la prima volta sono interprete e non cantautrice”. Unica rappresentante della Sugar in questa 67esima edizione della kermesse, la Mirage ammette di sentire “Caterina tutti i giorni. Lei sa cosa vuol dire affrontare Sanremo e crearsi una carriera. Ogni volta che mi racconta i suoi piccoli aneddoti, li porto dentro al mio taschino e ne faccio virtù”. L’EP Le canzoni fanno male esce il 10 febbraio.

Tommaso Pini. Arriva dal talent di Rai2 The Voice l’estro di Tommaso Pini, che si presentava a Sanremo con la divertente Cose che danno ansia. “Purtroppo o per fortuna l’ansia c’è sempre – rivela Tommaso a proposito del brano – ma c’è anche tanta gioia, sono felice di essere qui, erano veramente tanti anni che ci provavo”. L’Ep #cosechedannoansia esce il 10 febbraio: “Il progetto è work in progress, ma sono contento che Sanremo sia arrivato solo quest’anno. Sono veramente ansioso e parlare delle mie canzoni è un po’ come parlare della mia vita. Sanremo mi sta aiutando in questo momento surreale”.

Francesco Guasti. Anche Guasti arriva dalla scuderia di The Voice e i più informati ricorderanno bene che lo scorso anno tentò senza successo la strada di Sarà Sanremo. Quest’anno ci ha riprovato con il brano Universo. “Lo scorso anno mi è arrivata una porta in faccia – ha raccontato – è stato come arrivare a Roma e non vedere il Papa. In realtà la canzone parla proprio di rincorrere il proprio presente, indossando le migliori scarpe che abbiamo”. “Non mi aspetto niente – aggiunge ancora – perché se poi le cose vanno male, ci rimani male il doppio. I giovani per fortuna hanno modo di farsi conoscere anche prima, mi sono arrivati feedback positivi”. L’EP Il mondo comincia adesso esce il 10 febbraio.

Maldestro. Ha già fatto incetta di premi Maldestro con la sua Canzone per Federica, una delle favorite sin dagli inizi. “Mi stanno abituando male. – scherza il cantautore – Mi hanno già dato due premi, anche se mi sono accorto di non essere nelle nomination degli Oscar (ride, ndr)”. “Spero che ognuno di noi possa trovare in un nemico un amico. – commenta poi a proposito del suo brano – A volte siamo frettolosi a giudicare le persone, usiamo un certo distacco, senza renderci conto che ci stanno facendo del bene. I nemici ti insegnano tante cose, tra cui il rispetto, che gli amici non ti insegnano”. L’album I muri di Berlino esce il 24 marzo.

Valeria Farinacci. Arrivava direttamente da Area Sanremo Valeria Farinacci, che ha portato all’Ariston il brano Insieme, scritto da Giuseppe Anastasi. “Sanremo per me rappresenta un enorme punto di partenza e una grandissima occasione per farmi conoscere dal pubblico. – ci racconta Valeria – Sanremo vuol dire anche mettersi in discussione da artista e non più da studentessa universitaria, sto cambiando rotta e vedo cosa succede”. L’esperienza sanremese, per Valeria, è “entusiasmante e inaspettata”, anche “senza il sostegno delle case discografiche: Sono partita con la valigia e coi miei sogni – conclude – e il mio brano è primo in classifica tra gli emergenti, è un sogno che si concretizza”. L’EP Insieme esce il 10 febbraio.

Braschi. Il secondo artista selezionato da Area Sanremo, che si presentava con Nel mare ci sono i coccodrilli. “Per me Sanremo è il massimo – ci confessa – penso che sia l’incubatrice da cui, volente o nolente, veniamo tutti noi artisti italiani. Mi auguro che sia una propulsione verso l’esterno”. A proposito del brano, Braschi ci rivela che il titolo “è stato preso a prestito da un libro che amo tanto, perché la storia sullo sfondo è la stessa. Parla di gente che affida i propri sogni e la propria vita a una barca, anche se la mia canzone è piuttosto up, perché mi sento fortunato, tutto sommato, ad essere nato da questa parte del mare”. L’album Trasparente esce il 10 febbraio.

Lele. Anche Lele arrivava da un talent, ma stavolta si tratta di Amici. L’artista campano ha deciso di portare sul palco il brano Ora Mai. “Sanremo è il palco più importante della musica italiana. – commenta Lele – Tutta la musica su quel palco ha fatto dei passi importanti, ne avverto l’aura”. A proposito di Ora Mai, Lele ammette di “essere molto felice di portare questo brano, che mi rappresenta sia come sound che come scrittura, dato che l’ho scritto io. Ho fatto una scelta sanremese legata esclusivamente a me”. La nuova versione dell’album d’esordio di Lele, dal titolo Costruire 2.0, esce il 10 febbraio.

Commenti

Commenti

Condivisioni