Notizie

Liam Gallagher ha spiegato il vero motivo della mancata reunion degli Oasis

liam-gallagher-mancata-reunion-oasis

Non c’è pace in casa Gallagher. In una recente intervista a Radio X, Liam ha spiegato il motivo della mancata reunion degli Oasis. La colpa, neanche a dirlo, sarebbe del fratello Noel, definito «un ragazzino che va in giro come se gli avessi ucciso il gatto». Insomma, tra i due fratelli il clima si fa sempre più gelido.

«Non sono io la causa della mancata reunion – ha continuato Liam – Noel vuole far parte di una band da solo. La gente è pazza se pensa che siano i miei commenti su Twitter a bloccare il ritorno degli Oasis. Se volete che la band torni insieme, dovete chiedere al ragazzino. Dipende tutto da lui».

In questi mesi Liam Gallagher sta lavorando al suo nuovo album da solista, anche se ammette di avere nostalgia della sua ex band: «Non c’è niente di meglio che far parte di un gruppo. Puoi fare tanti dischi da solista, ma quando sei in una band e suoni la tua musica con tre o quattro amici, non c’è niente che ti faccia sentire meglio».

A questo punto sembra ormai chiaro che l’unica possibilità di rivedere insieme gli Oasis sia senza il capriccioso Noel, anche a detta di Alan McGee, storico manager della band inglese: «Noel non tornerà mai indietro, anche se Liam dovesse vendere 10 mila biglietti a concerto con gli Oasis. Ormai è fatta, è finita. La leggenda non può essere sporcata». Intanto manca sempre meno all’uscita del film Supersonic (nelle sale il 7-8-9 novembre 2016): la notizia del documentario sulla band aveva scatenato l’entusiasmo dei fan e riacceso le speranze di una possibile reunion nel 2017.  Ma nulla è perduto: con i fratelli Gallagher, si sa, le sorprese sono all’ordine del giorno.

Commenti

Commenti

Condivisioni