Notizie

Liam Gallagher, in arrivo un album solista «divertente»

liam-gallagher-nuovo-album-2017

Liam Gallagher ha firmato un contratto con Warner Music e pubblicherà un nuovo album nel 2017. La sua richiesta a Noel per riunire gli Oasis e fare contenti i fan per il momento non ha avuto risposta, ma non per questo il prossimo anno passerà per lui senza grandi novità. Abbandonata l’avventura insieme ai Beady Eye, il nostro è rimasto lontano dai palchi a differenza del fratello, che invece prosegue per la sua strada insieme ai suoi High Flying Birds.

Per Liam si tratta di un nuovo debutto, da solista questa volta. «Sono davvero contento di far parte della squadra Warner Bros, non vedo l’ora di fare un po’ di buona musica» ha detto commentando la notizia. «Liam è uno dei più grandi di tutti i tempi – è brillante, particolare, controverso, accattivante – e l’album a cui sta lavorando è grandioso, audace e sincero. Sarà importante e culturalmente rilevante. Si tratta di un ritorno di quelli forti, di uno degli artisti più amati della Gran Bretagna» ha dichiarato invece Phil Christie, Presidente di Warner Bros Records UK.

In una recente intervista al magazine Q, la stessa in cui ha implorato Noel di tornare sui suoi passi sugli Oasis, ha svelato qualche dettaglio in più sul nuovo lavoro. «Sto collaborando con due mie vecchie conoscenze. Uno è un polistrumentista che può suonare qualsiasi cosa. Non che ci sia chissà che da suonare, una chitarra acustica, una chitarra elettrica, sezione ritmica, super tastiere. Abbiamo già registrato qualche pezzo».

Nonostante il contratto e il disco in cantiere, non vuole però sentir parlare di carriera solista. «Non ne sto incominciando una, deve essere ben chiaro a tutti. Ho giusto 10-11 canzoni che meritano di essere incise. Sono eleganti, hanno stile, melodie fichissime e testi molto divertenti. Le registriamo quest’anno e le facciamo uscire il prossimo. Le persone resteranno sconvolte. È un disco scritto da me, che ha tutti gli ingredienti giusti. Niente di cervellotico, alla Pink Floyd o Radiohead».

Commenti

Commenti

Condivisioni