Notizie

Lou Reed, le reazioni di amici e colleghi alla notizia della morte

Lou Reed morte Reazioni

Dopo la morte di Lou Reed, il mondo della musica si è raccolto per ricordarlo, ognuno a modo suo. Ecco una selezione delle reazioni di amici e colleghi.

Lou Reed morte Reazioni

È scomparso Lou Reed, figura fondamentale della musica che, prima con i Velvet Underground e poi con la carriera solista, ha rivoluzionato il modo di concepire il rock’n’roll. Come è giusto che sia, tutto il mondo della musica, e non solo, si stringe in cordoglio per ricordare il leggendario musicista, e la rete ne amplifica gli effetti. John Cale, co-fondatore dei Velvet, amico, e protagonista di molti litigi, lo ha ricordato con queste parole: «La notizia che più temevo, impallidisce in confronto al nodo alla gola e al vuoto nello stomaco. Due ragazzini che si sono incontrati quasi per caso e che 47 anni dopo ancora litigano e amano nello stesso modo – perdere l’uno o l’altro è incomprensibile. Nessun rimpiazzo di valore, nessun riempitivo digitale o virtuale… rotto ora, per sempre. A differenza di tanti con storie simili, noi abbiamo messo il meglio della nostra furia su vinile, per poterne dare al mondo uno scorcio. Le risate che abbiamo condiviso solo qualche settimana fa, per sempre mi ricorderanno tutto ciò che c’era di buono fra noi».

Di seguito (cliccate sulle frecce per vederli tutti) una raccolta di altri piccoli ricordi diffusi sul web, ad iniziare dall’ultimo, da brividi, post della pagina ufficiale di Lou Reed (“la porta”, pubblicato poco prima di morire). C’è la foto postata da David Bowie, suo grande amico e produttore della pietra miliare Transformer, il contributo di Irvine Welsh che lo ringrazia per aver prestato Perfect Day al suo Trainspotting, i Pearl Jam che hanno deciso di tributarlo nel miglior modo possibile, suonando la sua I’m Waiting For The Man nel concerto di domenica sera a Baltimora. E tanti altri che hanno voluto salutare Mr Reed.

 

Lou Reed morte Reazioni

 

Commenti

Commenti

Condivisioni