Notizie

Madonna a Edinburgo ignorato il divieto di usare pistole sul palco

Madonna si è esibita a Edinburgo la sera del 21 luglio, ignorando il divieto di brandire pistole e affini sul palco che la Polizia locale le aveva sottoposto per il concerto al Murrayfield Stadium.

Madonna Edinburgo divieto pistoleMadonna si è esibita a Edinburgo la sera del 21 luglio, ignorando il divieto di brandire pistole e affini sul palco che la Polizia locale le aveva sottoposto. Durante il concerto al Murrayfield Stadium, la pop star ha regolarmente esibito i suoi giochi – perchè di questo si tratta – come fatto durante tutto il MDNA Tour, comprese le precedente date inglesi. Secondo quanto riporta il Daily Record, il divieto era arrivato prima della strage di Aurora (dove il 20 luglio hanno perso la vita 12 persone), ma dopo il funesto evento le pressioni sulla cantante erano aumentate.

Era persino circolata la voce che la Polizia avrebbe interrotto lo show qualora Madonna non avesse rispettato il divieto, ma non è accaduto. «Usando delle imitazioni di pistole e fucili, Madonna e i suoi ballerini mostravano un pessimo gusto anche prima di quanto accaduto in Colorado. Ma dopo quella strage è inaccettabile. Dovrebbe saperlo». Sono le parole di una portavoce dell’associazione “Mothers Against Guns” (rilasciate al Daily Record). Tante polemiche, ma nulla di fatto in termini concreti.

Non è la prima volta che il MDNA Tour causa polemiche. Basti ricordarsi del seno mostrato durante il concerto di Istanbul e della foto esposta all’esordio della tournèe (Tel Aviv), con la svastica impressa sul volto di Marin Le Pen, leader del Fronte Nazionale francesce. Più in generale, delle provocazioni Madonna ha fatto uno stile espressivo durante tutto il corso della sua carriera. Tuttavia è difficile catalogare l’episodio di Edinburgo come provocazione, visto che lo spettacolo è lo stesso mostrato in questi mesi in numerose altre città europee.

 

Commenti

Commenti

Condivisioni