Notizie

Marlene Kuntz, componi tu la musica della nuova canzone Lunga attesa!

Marlene Kuntz concorso musica Lunga attesa
di Redazione
Foto di Andrea Simeone

La titletrack del nuovo album dei Marlene Kuntz, che uscirà a fine gennaio, sarà davvero speciale perchè se il testo è di Cristiano Godano, la musica invece sarà scritta da chiunque abbia voglia di prendere parte e dare il proprio contributo alla nuova avventura discografica del gruppo.

I Marlene hanno voluto indire un’iniziativa grazie alla quale raccogliere le proposte di fan e musicisti in generale per creare una versione alternativa dell’inedito Lunga attesa: «Abbiamo deciso di invitare chiunque ne abbia voglia, a crearci la sua musica personale, dai gruppi più o meno visibili al musicista introverso e creativo che non ama troppo affacciarsi ufficialmente al mondo. Desideriamo dare ai nostri fan e a chiunque suoni e componga, per professione o diletto, e ne abbia voglia, la possibilità di realizzare una propria versione di un nostro testo inedito, lasciando immaginare alla loro fantasia come potrà essere il nostro pezzo inciso», così hanno spiegato l’iniziativa speciale, di cui Onstage è partner.

C’è tempo fino al 28 gennaio per registrare il pezzo e postare il link della piattaforma su cui è possibile ascoltarlo (YouTube, Facebook, Soundcloud, ecc…) sulla pagina Facebook dedicata. I media partner dell’iniziativa Onstage, Ondarock e Rockol – attraverso tre loro giornalisti – sceglieranno tre pezzi tra tutti quelli che arriveranno e i rispettivi autori saranno invitati ad aprire, con la loro versione di Lunga attesa, il primo concerto del tour che i Marlene terranno il prossimo marzo.

Clicca qui per leggere il regolamento completo.

Marlene Kuntz concorso musica Lunga attesa

Ecco il testo da musicare di Lunga attesa:

Noi non siamo altro che nulla
nelle immensità universali
Mio Dio…

Nulla è pur sempre qualcosa
nelle vastità concettuali
Mio Dio…

Ma è così importante
quanto piccoli siamo noi?

Siamo un accidente casuale
nell’ebbrezza universale
Mio Dio…

Ed è pur sempre meraviglioso
un’epifania prodigiosa
Mio Dio…

Ma è così importante
quello che pensiamo noi?
Crediamo noi?
Vediamo noi?
Sappiamo noi?

Vago per il sentiero pensieroso
e sono molteplici i miei stati d’animo
rido e sospiro e sorrido dubitoso
mi prendo sul serio e all’istante mi biasimo

Lunga attesa.
E io aspetterò.

Cianciano gli uccellini sopra i rami.
Mormora come un fiume la fabbrica,
di laggiù dove il cielo ha più chiarori,
e ciuffi di spighe il vento solletica.

Lunga attesa.
E io aspetterò.

Commenti

Commenti

Condivisioni