Notizie

È morta Bobbi Kristina Brown, la 22enne figlia di Whitney Houston

morta Bobbi-Kristina-Brown figlia Whitney Houston

Un’altra tragedia funesta la famiglia Houston/Brown. Il 26 luglio, all’età di 22 anni, è morta Bobbi Kristina Brown, figlia di Whitney Houston e Bobby Brown. La ragazza era in coma farmacologico in un ospedale nei pressi di Atlanta (Georgia), dopo che a fine gennaio era stata trovata senza sensi nel bagno di casa sua. «Bobbi Kristina Brown è morta il 26 luglio 2015, circondata dall’affetto dei suoi familiari» ha dichiarato la famiglia Houston con un comunicato. «Finalmente riposa in pace tra le braccia di Dio. Ringraziamo ancora una volta tutti coloro che ci hanno supportato con amore in questi ultimi mesi».

Bobbi Kristina nasce il 4 marzo 1993. La sua prima apparizione in pubblico risale all’anno successivo, quando sua madre la porta sul palco degli American Music Awards per ritirare gli otto premi vinti. Ma il vero debutto nello show business statunitense avviene nel 2005, quando appare nel reality Being Bobby Brown, al quale segue la partecipazione a The Houstons: On Our Own (nel 2012). Con la madre incide diversi duetti, uno dei quali (Little Drummer Boy) entra nell’Lp di Whitney Houston intitolato One Wish: The Holiday Album. Mamma e figlia cantano spesso insieme dal vivo My Love is Your Love. 

I fatti che portano alla morte della giovane restano poco chiari. Lo scorso 31 gennaio, il (presunto) marito Nick Gordon e un suo amico ritrovano Bobbi Kristina a faccia in giù in una vasca da bagno piena nella loro casa vicino ad Atlanta. La Reuters riporta dei tentativi con i quali Gordon tenta di rianimare la Brown in attesa che arrivi l’ambulanza. Alcune fonti dichiarano che prima di essere portata in ospedale Bobbi Kristina ha già perso le funzioni cerebrali, ma la famiglia diffonde un comunicato smentendo questa notizia.

Secondo Us Weekly, dalle prime indagini non risultano tracce di droghe o segni di “giochi” pericolosi, ma secondo la CNN le autorità non sono del tutto convinte di questa ipotesi e sono ancora impegnate nel tentativo di capire cosa sia realmente successo quel giorno – non a caso continuano a interrogare Gordon e l’amico presente al momento del ritrovamento. Le indagini restano avvolte nel mistero per mesi, soprattutto dopo che il padre Bobby Brown chiede di mantenere la privacy sulle condizioni della figlia e invitato quindi polizia e media a non diffondere notizie per non alimentare la curiosità sulla tragedia.

Lo scorso 24 giugno, in condizioni sempre peggiori, Bobbi Kristina viene portata nell’ospizio dove ieri, 26 luglio 2015, muore. Oltre alla sua vita, s’interrompe anche il sogno che la Brown inseguiva da sempre, ovvero intraprendere la carriera musicale seguendo le orme della madre. A testimonianza della sua frequentazione del mondo musicale, le tante dimostrazioni d’affetto di grandi star, da Missy Elliot a Erykah Badu da Snoop Dogg a Sam Smith.

Commenti

Commenti

Condivisioni