Notizie

Nevermind censurato

Sono passati 20 anni dall’uscita di Nevermind, uno dei dischi simbolo dell’era grunge, ma le polemiche continuano.  Già nel 1991 l’album venne accusato di oscenità da parte dei critici, vedendo sulla copertina un neonato nudo che inseguiva una banconota. Kurt Cobain all’epoca rispose così: «Se vi sconvolge tanto, sotto sotto siete dei pedofili». Oggi per festeggiare il ventennale dell’uscita, l’album verrà ristampato e sulla pagina celebrativa di Facebook hanno censurato l’immagine nota.  A quanto pare il social network «non ammette foto che offendano un individuo o un gruppo, che mostrino nudi, uso di droghe , o altre violazioni dei termini d’uso». Il bimbo ritratto nella foto incriminata, che oggi ha gli stessi anni del disco, Spencer Elden, ha dichiarato di non avere nessun tipo di problema, concludendo con  «Ormai mezzo mondo ha visto il mio pene». Facebook potrà anche censurarla, ma resta il fatto che questa rimarrà per sempre impressa come emblema di quella generazione x che mai e poi mai verrà cancellata.

 

Commenti

Commenti

Condivisioni