Notizie

Nick Cave and The Bad Seeds, nuovo album a febbraio 2013

Nick Cave nuovo albumNick Cave e i Bad Seeds sono pronti a tornare in scena con la solita dose di classe e rock’n’roll. Esce infatti il 18 febbraio 2013 il nuovo album Push the Sky Away, prodotto da Nick Launay e registrato presso La Fabrique, uno studio di registrazione creato all’interno di una magione del 19° secolo nel Sud della Francia, le cui pareti sono disseminate di dischi in vinile di musica classica. Il gruppo, il cui esordio discografico risale al 1984 con From Her To Eternity (Mute Records), non produceva materiale inedito dal 2008, quando aveva dato alle stampe l’ottimo Dig!!! Lazarus, Dig!!! (sempre Mute Records). Oltre al leader Nick Cave, la formazione che ha inciso il nuovo album Push the Sky Away è composta da Warren Ellis – polistrumentista da lungo tempo collaboratore fidato di Re Inchiostro, Martyn Casey al basso, Thomas Wydler alla Batteria, Jim Sclavunos alle percussioni e Conway Savage alle voci. Il disco è anticipato dal singolo We No Who U R, che la band ha diffuso in Rete attraverso YouTube.

Nick Cave nuovo album con i Bad Seeds

Riportiamo fedelmente le indicazioni riportate nel comunicato stampa che la Mute Records ha diffuso per presentare il nuovo album di Nick Cave e i Bad Seeds. «Nel cuore di Push the Sky Away risiedono una naturalezza e un calore che lo rendono il disco più sottilmente affascinante fra tutti gli album dei Bad Seeds. L’ambientazione contemporanea dei miti che lo popolano e i riferimenti culturali che hanno marchiato le canzoni di Nick Cave nel XXI secolo si annidano in mezzo ai dettagli presi dalla vita che Nick osserva nei pressi della sua casa sul mare, attraverso le alte finestre che compaiono sulla misteriosa e ambigua copertina dell’album. Le canzoni di questo disco hanno preso forma dentro un piccolo blocco note con la copertina in gommalacca nel corso di un anno scarso. Se per Nick il blocchetto è un artefatto analogico di grande valore, Internet non è da meno: soprattutto se si parla di cercare curiosità su Google o di perdersi nella miriade di voci esotiche su Wikipedia “che siano vere o meno”. Queste canzoni parlano di come su Internet eventi significativi, abitudini temporanee e assurdità in salsa mistica siedano fianco a fianco, e mettano in discussione i nostri processi di riconoscimento e assegnazione delle priorità».

Commenti

Commenti

Condivisioni