Notizie

Pearl Jam, smentita la partecipazione di Einziger al nuovo album del 2013

Mike Einziger degli Incubus ha smentito le voci che lo volevano al lavoro sul nuovo album dei Pearl Jam, previsto per il 2013. L’equivoco è nato da una sbagliata interpretazione di un suo tweet.

Pearl Jam nuovo album 2013

Sempre più vicino l’album dei Pearl Jam. Ma non ci sarà nessuna collaborazione con Mike Einziger, il chitarrista degli Incubus. La voce si era diffusa dopo che il musicista californiano aveva pubblicato su Twitter una foto che lo ritraeva con la sua ragazza e il frontman dei Pearl Jam con una didascalia apparentemente chiara: «In studio con la mia ragazza e Eddie Vedder, a registrare archi per il nuovo disco dei Pearl Jam». In realtà Mike ha poi smentito, sempre attraverso il social network: «Ciao, superstrada delle informazioni. Non sto contribuendo al nuovo album dei Pearl Jam. La mia ragazza ha suonato su un brano, io mi son fermato in studio a guardare». Sarebbe quindi la violinista Ann Marie Simpson, compagna di Einziger, a registrare per il nuovo album della band di Seattle.

Restano però confermate le dichiarazioni di McCready (anche lui di nome Mike e anche lui chitarrista, ma nei Pearl Jam) che danno il nuovo disco in uscita entro il 2013. Lo stesso McCready ha definito il disco «roba un po’ più sperimentale, c’è un’atmosfera alla Pink Floyd in alcune canzoni, e un’attitudine punk rock nelle altre». La band di Seattle avrebbe quindi deciso per l’utilizzo degli archi nei brani definiti «più sperimentali».

La partecipazione di Mike Einziger era sembrata plausibile per la grande esperienza del chitarrista. Mike infatti, oltre a suonare il pianoforte e ad arrangiare tutti i pezzi degli Incubus, si è spesso spinto anche in altri ambiti, come la sua esperienza con i Time Lapse Consortium con cui suona un misto tra funk, jazz e psichedelia. Inoltre quando nel 2007 è stato colpito dalla sindorme del tunnel carpale che gli ha impedito di suonare la chitarra per un po’ di tempo, non si è perso d’animo e si è dedicato alla scrittura di End.>vacuum, composizione orchestrale in 9 atti, per un totale di 40 minuti circa, ispirata alle opere di moderni compositori iconoclasti e avanguardisti Igor Stravinsky, George Crumb, Samuel Barber, Krzysztof Penderecki e Frank Zappa. Questo bel curriculum e l’equivoco provocato dalla foto hanno creato un bel fermento tra i fan delle due band, che speravano in una collaborazione. Peccato, non questa volta.

Commenti

Commenti

Condivisioni