Notizie

Un disco con l’ultimo concerto di Pino Daniele

foto-concerto-pino-daniele-milano-22-dicembre-2014_panucci_ (01)

Se ne è andato troppo presto ma la sua voce continuerà a risuonare, si dice in questi casi. Non sempre queste frasi di circostanza trovano un riscontro nella realtà. Con Pino Daniele però è un’altra cosa. Il 9 giugno esce Nero a metà live, un album live appunto dell’artista napoletano, scomparso improvvisamente nella notte tra il 4 e il 5 gennaio 2015. E in questo caso il tributo è doppiamente significativo.

Si tratta infatti dell’ultimo concerto del cantautore, registrato a Milano il 22 dicembre 2014 (guarda le foto della serata), esattamente due settimane prima della morte di Pino. Non solo, oltre a scolpire nella memoria l’ultima volta sul palco di Daniele (che in realtà si sarebbe esibito anche nel successivo capodanno, ma in un evento con più artisti), l’album è anche la migliore celebrazione di uno dei più innovatori artisti italiani che nell’ultimo tour aveva deciso di festeggiare il suo disco più significativo.

Questo nuovo album fa rivivere Pino, la sua musica e quel Nero a metà per il quale il cantautore aveva riunito sul palco i musicisti che nel 1980 avevano contribuito alla nascita di quel capolavoro: Tullio De Piscopo alla batteria e James Senese al sax, Gigi De Rienzo al basso, Agostino Marangolo alla batteria, Ernesto Vitolo al piano, tastiere e organo, Rosario Jermano alle percussioni, oltre a Rino Zurzolo al contrabbasso ed Elisabetta Serio alle tastiere.

Ultima chicca: l’album live include anche l’inedito Abusivo che riunisce un provino del 1975, con chitarra e voce originali dell’epoca, e una jam session registrata nel 2015 dagli amici Tullio De Piscopo alla batteria, Gigi De Rienzo al basso ed Ernesto Vitolo all’organo.

 

Commenti

Commenti

Condivisioni