Notizie

Il bassista dei Rage Against The Machine si è scusato per aver ispirato i Limp Bizkit

rage-against-the-machine-bassista-si-scusa-per-i-limp-bizkit

Tim Commerford, bassista dei Rage Against The Machine, ha chiesto scusa per aver influenzato, insieme al gruppo, i Limp Bizkit e averli spinti a fare musica. La doccia fredda è arrivata durante un’intervista rilasciata all’edizione americana di Rolling Stone, durante la quale il giornalista ha fatto riferimento a quando, alla fine di un concerto del 2014, Fred Durst ha dedicato una canzone ai RATM definendoli come «la band rap-rock che ha dato inizio a tutto ciò».

«Mi scuso per i Limp Bizkit, sul serio. Mi sento davvero male se penso di aver ispirato una tale m***a», ha commentato senza grandi giri di parole.

Commerford ha avuto così una nuova occasione per manifestare platealmente il suo disappunto contro i Limp Bizkit, con i quali se l’era presa anche nel 2000. Alla cerimonia di consegna degli MTV Video Awards si arrampicò infatti sulla scenografia – gettando lo scompiglio tra gli addetti alla sicurezza – per protestare contro la vittoria del video di Break Stuff dei Bizkit su Sleep Now In The Fire dei Rage Against The Machine. Ricordando quell’episodio, ha puntualizzato con orgoglio che continua a ricevere complimenti per il gesto, anche da chi allora lo ha criticato.

 

 

Commenti

Commenti

Condivisioni