Recensione concerto Pacifico Roma Auditorium Parco della Musica 20 maggio 2012

Recensione concerto Pacifico Roma Locanda Atlantide 20 maggio 2012Roma, Auditorium Parco della Musica, 20 maggio 2012. È una domenica dal cielo instabile ad ospitare il concerto di Pacifico, nella Sala Petrassi dell’Auditorium Parco della Musica di Roma. Il pretesto è l’uscita del suo nuovo album Una voce non basta, ma la serata ha più l’aria di una rimpatriata tra amici che quella di una data promozionale.

Non molte, infatti, le persone accorse per l’evento. Destino da Cyrano, quello di Gino “Pacifico” De Crescenzo, noto prevalentemente come autore per conto terzi e per aver collezionato successi da alta classifica (basti pensare a Sei nell’anima cantata dalla Nannini), meno apprezzato per il suo operato in prima persona. Forse per questo, giunto al quinto album in studio, ha deciso di far valere le sue amicizie importanti e di sfornare un disco di soli duetti (Raiz, Manuel Agnelli, Musica Nuda, Samuele Bersani, fra gli altri), per attirare un po’ l’attenzione e cercare di riprendersi una parte di ciò che gli spetta di diritto come artista dalla pregevole penna.

Sul palco con lui, sei validi musicisti, capaci di creare degli intricati scenari sonori, e una giovane e bravissima cantante, alla quale è toccato il non facile compito di personificare tutte, o quasi, le guest del disco. Ben due infatti, gli ospiti a sorpresa: i romani d’adozione Bud Spencer Blues Explosion, che hanno duettato nella canzone Presto, e Malika Ayane, che ha emozionato la platea con Verrà l’estate e L’unica cosa che resta, primo singolo di Una voce non basta. Gino occupa il centro della scena solo quando legge, introduce ampiamente le sue canzoni, intrattiene il pubblico con tanta (auto)ironia. Con la chitarra al collo invece si sposta due passi più in là, si mette al servizio dell’insieme e delle sue stesse composizioni, con la dedizione e l’umiltà del vero artista.

 

Clicca qui per guardare le foto del concerto.

 

 

Tags: