Recensione concerto Subsonica Milano Mediolanum Forum 23 aprile 2012

Recensione concerto Subsonica Milano 23 aprile 2012Il concerto dei Subsonica al Mediolanum Forum di Milano (23 aprile), si apre così. «Siamo credibili nei panni dei quindicenni?». Samuel si rivolge ai fan con una domanda semplice, diretta, che racchiude tutto il senso di questa serata, come di questo tour. Sono passati quindici anni da quel giorno in cui il mercato discografico italiano veniva spiazzato da un album innovativo: SubsOnicA. Un disco importante che ha rivelato la grande innovazione portata dai cinque musicisti torinesi, meravigliando anche chi la musica contemporanea butta giù. Tre momenti per le tre “ere” dei Subsonica, più una coda finale con baci e abbracci e saluti, perché come ad ogni grande festa, «arriva un momento in cui bisogna levarsi dal cazzo». Il primo, riprende la scenografia e le sonorità degli inizi della band torinese, con la strumentazione vintage dell’epoca, molto semplice e molto efficace, giocata sui pezzi cari ai nostalgici, con Onde quadre Per un’ora d’Amore, su tutti. Una sensazione bella per i Subsonica, che si divertono a riviverla, ma stupendo anche viverla per chi all’epoca era troppo piccolo e non c’era. Dopodiché, è il momento di Microchip emozionale (anticipato da un versione acustica di Tutti i miei sbagli), di tutte quelle Istantanee fatte di Nuvole rapideDiscolabirinto e Tutti i miei sbagli ripresa: qui, il pubblico esplode in una grande folla danzante, con sudore e birra a mescolarsi per un grande momento di passaggio verso la fine della festa, con i pezzi dell’ultimo album e due grandi nostalgie: Preso blu e Nicotina Groove. Massimo “Mamo” Pozzoli, lo scenografo, ha creato una stoffa sulla quale Max, Ninja, Pierfunk, Samuel e Boosta hanno riscritto un’altra pagina di storia, sulle note di Up Patriots To Arm.

Clicca qui per guardare tutte le foto del concerto dei Subsonica al Mediolanum Forum di Milano il 23 aprile.

Clicca qui per guardare la scaletta del tour dei Subsonica.

Tags: