Notizie

Dopo tanti anni, ecco come trova Flea la forza di suonare le hit dei Red Hot Chili Peppers

red-hot-chili-peppers-flea-canzoni
di Francesca Vuotto
Foto di Francesco Prandoni

Flea si è lasciato andare in un’intervista con NME riguardo al nuovo tour dei Red Hot Chili Peppers e ha spiegato senza mezzi termini cosa significhi per lui tornare sui palchi e suonare i grandi classici della loro carriera.

«Se ci sono state serate in cui ho pensato “Se suono un’altra volta Give It Away mi cadono le palle”? Sì. Ci sono momenti in cui è davvero difficile ritrovare l’essenza e lo spirito di una canzone, ma alla fine quello che conta è la gente. Si tratta di entrare in contatto. Cerco sempre di non concentrarmi su me stesso e di fare del mio meglio durante ogni pezzo, che sia uno che ho eseguito milioni di volte o uno nuovo, perchè è un mezzo per stabilire una relazione con le persone e farle sentire meno sole» ha raccontato. Un “disagio”, quello verso le hit, che accomuna inevitabilmente tutti gli artisti che devono fare i conti con una carriera costruita e consolidata proprio grazie ai brani che i fan vogliono ascoltare dal vivo, i più gettonati, talvolta quelli a cui i performer sono meno affezionati ( lo sono diventati proprio per la quantità di volte che li hanno dovuti proporre). Un disagio che ciascuno risolve a modo suo, per lo più trovando un compromesso.

Questa volta per i RHCP si tratta della prima tournée dopo tre anni di assenza dalle scene: dall’ultimo I’m With You Tour è passato abbastanza tempo per raccogliere entusiasmo ed energie, convogliati nel nuovo album The Getaway, che ha regalato già grandi soddisfazioni a Flea, Kiedis & co. In Italia li vedremo il prossimo ottobre, in concerto a Bologna e Torino.

Commenti

Commenti

Condivisioni