Notizie Speciali

Regali di Natale 2011: consigli e idee dalla redazione di Onstage (part 1)

Probabilmente avrete già letto qualche articolo sui regali migliori per Natale 2011, con i consigli su come spendere i sudati risparmi e fare bella figura migliore con parenti, amici, fidanzate/i. Potevano mancare le idee di Onstage? Certo che no! Detto questo, non possiamo che iniziare con il nostro Onstage Live Book 2011: un po’ perché è il figlio prediletto della redazione, un po’ perché abbiamo lavorato come muli per finirlo in tempo ma, soprattutto, perché è davvero bello. Decine di fotografie eccellenti che raccontano un anno intero di musica live in Italia: fate un giro (qui) sul nostro sito per ordinarlo online oppure andate in un negozio FNAC, nostro partner per quanto riguarda la distribuzione.

Ecco la prima parte dei nostri consigli musicali per Natale 2011.

The Rolling Stones – Some Girls

Forse l’ultimo grandissimo album degli Stones, Some Girls ha rappresentato per la ditta Jagger e Richards la risposta ai tumulti del punk e a una rivoluzione tesa a spazzare via il vecchio. Un mix tra pezzi rock mai così grintosi e veloci, ballate stupefacenti (Beast Of Burden e Faraway Eyes) e un singolo pazzesco come Miss You, ovvero la discomusic filtrata attraverso il talento dei Glimmer Twins. Disponibile in versione doppio CD o nella solita edizione di lusso con vinile, libro e altri gadget.

The Who – Quadrophenia

Dopo aver portato al successo un concept album rivoluzionario come Tommy, Pete Townshend e i suoi Who decidono di bissare con Quadrophenia, una storia che racconta la vita quotidiana di un mod e le difficoltà di adeguarsi a una società che lui stesso rifiuta. Ispirato al passato mod dello stesso chitarrista, Quadrophenia è un disco bellissimo e maturo, da cui è stato tratto persino un film di culto qualche anno più tardi. Come per gli Stones, versione doppio CD e deluxe con uno splendido libro e un 45 giri in vinile.

The Beach Boys – Smile

Il disco più misterioso e desiderato della storia? Molto probabile. Smile, una “teenage symphony to God”, come lo definì lo stesso Brian Wilson, fu il disco più atteso dei Beach Boys, una sorta di risposta al Sgt. Peppers beatlesiano, ma abbandonato per motivi mai troppo chiari. Dopo oltre quarant’anni esce finalmente in un’edizione definitiva, dalla classica in CD con bonus e poster a una limitatissima che comprende persino una vera tavola da surf griffata. Follia pura, come merita il caso…

Smashing Pumpkins – Gish & Siamese Dream

Sono appena ripassati dal nostro Paese per una doppietta di concerti, ma qui stiamo parlando dei veri Smashing Pumpkins, quelli che hanno costruito la leggenda. Il loro esordio Gish e il secondo capitolo Siamese Dream hanno fatto conoscere al mondo il talento compositivo di Billy Corgan, leader incontrastato della band: difficile resistere a brani come Disarm, Cherub Rock, I Am One, Silverfuck e Siva. Versione in doppio CD con demo e inediti di entrambi i dischi.

Serge Gainsbourg – Histoire de Melody Nelson

In Francia è una vera e propria leggenda, nel resto del mondo, troppo spesso, è solo l’autore di Je T’Aime (Moi Non Plus) o il padre di Charlotte. La carriera di Gainsbourg, invece, è ricchissima di capolavori, tra cui Histoire De Melody Nelson, celebrato ormai come una pietra miliare. Musica pop, ma ricca di influenze incredibili (psichedelia, rock, funk, reggae) e su cui si poggia la voce roca e personale di Serge. Irripetibile. Doppio CD, come al solito, e deluxe edition con ricchi gadget.

Commenti

Commenti

Condivisioni