Notizie

Ringo Starr ricorda l’Ed Sullivan Show: «Era eccitante già solo essere in America»

Ringo Starr Ed Sullivan show

A pochi giorni dal 50° anniversario della partecipazione dei Beatles all’Ed Sullivan Show, Ringo Starr ricorda l’esperienza Americana.

L’America si appresta a celebrare il 50esimo anniversario dello sbarco dei Beatles all’Ed Sullivan Show, e l’entusiasmo è tanto. I Grammy Awards festeggeranno l’evento con una serata dedicata e ospitando sul palco la semi-reunion McCartney-Starr, e proprio il batterista dei FabFour ha recentemente parlato con i reporter di Rolling Stones USA, dell’esperienza.

«Ricordo che una volta si tenevano a Nashville – ha raccontato Ringo parlando dei Grammy –  io e Harry Nilsson ci andammo. I Beatles avevano vinto qualcosa come 19 Grammy. Ce li hanno portati su un vassoio. Era così carico che era difficile sollevarlo». Ringo è poi passato alla serata del fatidico programma televisivo: «Incredibile. C’era Ed Sullivan, ed era un grande show, e non ci rendevamo conto di star suonando davanti a 70 milioni di persone, già solo essere in America era così eccitante. La musica che amavamo veniva dall’America, da lì arrivava in Inghilterra. Da dove venivamo noi, Liverpool, era fantastico perché c’era i porto, così tutti quelli che arrivavano da New York  si portavano delle canzoni. Vinili, LP, era grande. Sentivo il ronzio, anche sull’aereo, era così eccitante!»

Ringo ha poi proseguito, tornando con la memoria all’entusiasmo che il loro arrivo aveva causato per le strade dell’America: «Era pazzesco, proprio come tutto il resto. L’altra buona notizia è che nelle nostre camere d’albergo, avevamo le radio».

Commenti

Commenti

Condivisioni