Notizie

Le richieste dei Rolling Stones quando sono in tour: tutte da vere rockstar… tranne una

rolling-stones-richieste-assurde-tour

Il lupo perde il pelo ma non il vizio, nemmeno con l’età. È proprio il caso di dirlo quando si tratta dei Rolling Stones, che anche per quest’ultimo tour estivo che negli USA non si sono trattenuti e hanno fatto richieste da vera rockstar.

A rivelarlo sono alcune indiscrezioni fatte dagli albergatori degli hotel in cui hanno soggiornato al sito di gossip TMZ: se alcune sono comprensibili visti i ritmi a cui devono sottostare quando sono in tour – come nel caso di finestre oscurabili per poter dormire di giorno (o, come direbbero i maligni, per poter fare le peggio cose indisturbati), in altri si tratta proprio di capricci.

Incuranti delle esigenze delle strutture che li hanno ospitati e dei regolamenti vigenti, hanno infatti chiesto di avere a disposizione personale extra e dedicato, servizio di pulizia e sistemazione delle camere no stop, fornitura garantita di sigarette in camera (con tanto di marca preferita, ci mancherebbe!) e bar aperto 24 ore su 24.

Fin qui niente di cui stupirsi (c’è chi fa di molto peggio), sono dettagli che rientrano nel cliché. Quel che invece è un po’ anomalo, ma in senso buono, e che fa sorridere, è la necessità, espressamente dichiarata, di trovare nelle loro stanze istruzioni chiare e dettagliate riguardo a come far funzionare i vari dispositivi elettronici e tecnologici di cui sono dotate.

Ve lo immaginate il performante Mick Jagger, o il brillantissimo Keith Richards, lottare con il telecomando dell’aria condizionata o quello del televisore? In fondo, sempre di “vecchietti” ultrasettantenni si tratta.

Commenti

Commenti

Condivisioni