Notizie

Sara Tommasi spara a zero sui rapper italiani (e non parla di musica)

Sara Tommasi Club Dogo

Sara Tommasi ha pubblicato su Facebook una serie di post, svelando retroscena molto poco onorevoli sui maggiori esponenti dell’hip hop italiano, dai Club Dogo a Emis Killa.

Sara Tommasi ha dato prova più volte di essere una che, diciamo così, non le manda a dire. La soubrette, nota soprattutto per le sue esperienze extra-lavorative, questa volta ha deciso di prendersela con il mondo del rap, e ha pubblicato una serie di post sulla sua pagina Facebook che prendono di mira i più noti esponenti della scena hip hop Italiana e soprattutto i loro “attributi”. Il tutto è iniziato con Gué Pequeno, membro dei Club Dogo:

Nuova immagine

Le provocazioni hanno poi tirato in mezzo Fedez, Emis Killa e Vacca con post sempre più spinti:

Nuova immagine (5) Nuova immagine (1)

 

 

 

 

 

Pare che le reazioni dalla parte dei rapper non si siano fatte attendere. Oltre a commentare ironicamente le dichiarazioni della sedicente soubrette su Twitter, pare, a detta sempre della Tommasi, che le abbiano offerto dei soldi per rimuovere i contenuti:

Nuova immagine (2)

Rivelando in questo modo anche l’uscita del prossimo disco di Emis Killa. Il tutto è andato avanti per quasi quattro ore, tra insulti e risposte presunte, fino a toccare un altro tema “delicato”: l’eventuale partecipazione di Emis Killa e Club Dogo al programma “Amici”.

Nuova immagine (3)

Schermata 2013-07-24 a 15.33.34

Tutto questo movimento ha portato la pagina Facebook di Sara Tommasi a salire di oltre 40.000 “Like” nell’arco di una mattinata.

Invece si Twitter si sono scatenati gli utenti tra chi prende in giro i vari rapper, chi li difende, chi se la prende con la Tommasi. Dei diretti interessati uno dei primi a rispondere (ovviamente a tono) è stato Guè Pequeno, subito seguito da Don Joe.

Schermata 2013-07-24 a 17.38.59

 

Mentre altri come Emis Killa hanno cancellato quanto appena scritto. Restiamo in attesa di ulteriori eventuali sviluppi.

 

Commenti

Commenti

Condivisioni