Notizie

I Killers annullano il concerto di Manchester dopo quattro canzoni

I Killers hanno annullato il loro concerto a Manchester lo scorso 13 novembre, dopo aver eseguito appena quattro canzoni.

The Killers concerto annullatoNotizia eclatante dal mondo Killers. Brandon e compagni sono saliti sul palco dell’Arena di Manchester (tutta esaurita) per la tappa del loro Battle Born Tour 2012 lo scorso 13 novembre e, dopo solo quattro canzoni, il concerto è stato annullato a causa di problemi alla voce di Flowers.
«Mi dispiace, non mi è mai accaduto prima, ma dobbiamo interrompere. Non posso cantare.. Non so cosa altro dirvi. Mi dispiace. So che è frustrante per voi. Prometto che torneremo». Ha detto il frontman alla folla incredula.
Il concerto della sera seguente (14) è stato annullato e sulla pagina Facebook della band è comparso questo messaggio:
«Manchester, abbiamo iniziato qualcosa che non abbiamo potuto terminare (citando il singolo degli Smiths del 1987, I Started Something I Couldn’t Finish) e ci dispiace molto di come sia poi finita. Siamo rammaricati per il lavoro di tutti e per la vostra attesa. Vi faremo sapere al più presto le nuove date».
Un portavoce della band ha confermato gli spettacoli di domani sera alla 02 Arena di Londra questo venerdì (16) e sabato (17).

Una notizia che fa seguito alla voce che ha fatto girare il Sun, secondo il quale, nell’after show degli ultimi MTV EMA 2012, Brandon Flowers e Matt Bellamy hanno avuto l’occasione di incontrarsi e parlare di possibili, future collaborazioni.
«Con i Muse abbiamo ottimi rapporti – ha poi raccontato Brandon al giornale inglese – Sarebbe bello poter pensare ad una collaborazione futura.  Non escluderei potesse accadere, anche perché sarebbe fantastica. Pensate che cori verrebbero fuori!». Matt Bellamy, frontman dei Muse, dal canto suo non ha ne confermato ne smentito. Anzi, ha dichiarato: «Franconforte (città dove si sono tenuti gli MTV Ema 2012, ndr) mi è piaciuta. Ho camminato molto ed ho guardato le prostitute. Ma le ho solo guardate, perché non c’è una cosa del genere in Inghilterra, quindi ero molto interessato».

Commenti

Commenti

Condivisioni