Notizie

Vasco presenta il suo nuovo album Vivere o niente

Vasco è tornato. Dopo 3 anni, con voce roca ma con l’umore alle stelle, ha presentato il suo nuovo lavoro, Vivere o niente. Sulla copertina dell’album, un Vasco in camicia e cravatta, alla guida di un auto, in fuga, voltato all’indietro. Poi, brucia la vettura: «L’artista è sempre in fuga – ha dichiarato Vasco – dai posti di blocco del conservatorismo, dall’omologazione, dai poteri che lo vogliono fare star zitto. Io sono in macchina, in fuga da questo nemico che mi sta inseguendo. Poi mi fermo e brucio le tracce, per non farmi scoprire in questa fuga verso la clandestinità, una situazione in cui l’artista deve vivere, se vuole essere libero. L’artista racconta la realtà senza strumentalizzarla, ma non è lui a determinarla. Naturalmente, volevo far notare che nelle foto sono in camicia e cravatta solo perché ero vestito così la sera prima».
Un disco che suona come il primo passo di un nuovo cammino per Vasco, che si dice entusiasta del nuovo lavoro, soprattutto di una canzone, come Manifesto futurista della futura umanità: «Ho pensato di scrivere il manifesto dell’uomo nuovo, di oggi, che non ha più le verità eterne. La scienza ci ha dimostrato che tutto si evolve, addirittura ci dice che le verità sono tali fino a prova contraria. A me sembra lo strumento più giusto per affrontare il mondo di oggi. Con tutto il rispetto per chi ha fede, la fede è una grande illusione: c’è un creatore, la vita è un dono. Secondo me, la natura nasce da sola, la vita non è un dono ma un caso. Ciò
non significa che non debba essere rispettata. L’uomo deve prendersi le proprie responsabilità: è lui il miracolo della natura. Da uomo, devo darmi un codice, un sistema di valori basato sul fatto che sono responsabile di quello che faccio, la vita è mia, la rispetto finché lei rispetta me, il demonio non esiste ma è una parte di me, devo imparare ad affrontarla e ci vuole anche un po’ di coraggio. Secondo me, il primo comandamento è: bisogna avere rispetto per se stessi».
Vasco ha spiegato anche il titolo del nuovo album: «Vivere o niente significa: devi affrontare la vita come è nella realtà e non considerarla una cosa sicura, garantita, certa, perché la vita è sempre un rischio, serve un po’ di coraggio. Sono pessimista nel senso che penso al peggio così mi preparo, ma nelle mie canzoni non esiste il pessimismo. In qualche modo, dico sempre va bene, andiamo avanti per vedere dove andiamo a finire».
Eh.. Già, ora Vasco è pronto per tornare a quello che ama di più, come l’Heineken Jammin’ Festival, il tour, i concerti con le quattro date già fissate a San Siro, e una piccola anticipazione sulla scaletta: « Sarà incentrata sul nuovo album».

Commenti

Commenti

Condivisioni