Onstage
vasco-ticketone lettera-biglietti-modena

Vasco, lettera aperta di TicketOne sui biglietti per il concerto di Modena

“Caro Vasco Rossi, ci siam distratti un attimo e…”, inizia così la lettera aperta che TicketOne ha indirizzato al Blasco via Facebook alla vigilia della conferenza stampa nella quale verranno illustrate le modalità di vendita dei biglietti per il concerto-evento del prossimo luglio a Modena, con il quale il rocker festeggerà i 40 anni di carriera.

Dopo lo scoppio del caso secondary ticketing Vasco ha preso le distanze dal suo storico promoter Live Nation e, poi, ha annunciato di voler assegnare la gestione della compra-vendita dei biglietti a Best Union tramite il circuito online VivaTicket, abbandonando così TicketOne. Da cui il messaggio di oggi. Messaggio in cui TicketOne discute la (per quanto lecita) scelta di Vasco e difende la propria posizione, utilizzando però toni pacati e, anzi, quasi scherzosi – giocando con le canzoni di Vasco, citando passaggi e ritornelli per puntalizzare alcuni aspetti della vicenda.

Dopo il breve incipit e un riepilogo in numeri di quanto fatto in questi anni, si legge: “Eppure c’è chi dice qua, c’è chi dice là… Ti hanno parlato male di noi, lo sappiamo. E per forza: quale migliore occasione, per chi vuole trarre vantaggi personali, di una situazione alla quale veniamo accostati senza ragione?”. Ciò che gli viene contestato con maggior incisività non è la decisione in sè, quanto il non aver interpellato TicketOne per chiedere spiegazioni rispetto a quel che stava emergendo e, quindi, non aver neanche voluto ascoltare la loro parte e le loro ragioni, soprattutto a fronte di tanti anni di più che proficua collaborazione.

Ma, come si diceva, non c’è rancore nelle parole di TicketOne, piuttosto una velata speranza, affidata alla chiusura: “Va bene, va bene così. Noi ti facciamo comunque i nostri auguri più sinceri per il futuro, continueremo ad apprezzare te e ad amare la tua musica e sappiamo di poter un giorno servire ancora i tuoi fan ed il tuo gruppo di lavoro. Lo sappiamo dalle tue canzoni: tu ci insegni che tutti hanno diritto ad una seconda chance”.

Ecco il post che riporta per intero la lettera, che aspetta la risposta di Vasco, a questo punto.

Francesca Vuotto

Foto di Michael Putland

Commenti

Commenti

TROVA CONCERTI