Notizie

X Factor nella bufera, tutta la verità sulla rinuncia dei Jarvis

x-factor-2016-jarvis-rinuncia
di Redazione
Foto di Testo di Giuseppe Candela

Habemus concorrenti, la decima edizione di X Factor può iniziare. Gioia e delusione, esibizioni emozionanti e imperfette, non c’è più tempo per liti e divertimento: si fa sul serio. Ma c’è spazio per una nuova polemica, legata alla rinuncia dei Jarvis.

Archiviati i Bootcamp è tempo di Home Visit e i quattro giudici formano finalmente le loro squadre, tre concorrenti accedono ai live e tre dicono definitivamente addio al talent show di Sky. Alvaro Soler vola nella sua terra, a Barcellona, e gode degli utili consigli di Max Gazzè per selezionare i suoi Gruppi. I Soul System si esibiscono sulle note di E la luna bussò della Bertè, vengono eliminati, ma poi ripescati grazie ai Jarvis, che decidono di uscire dal programma “per un motivo personale non specificato”. La curiosità in Rete è molta e ci pensa la band attraverso Facebook ad aumentare i dubbi scrivendo: “Nessuno motivo personale: faremo chiarezza sul perché ci è stato impedito di continuare”.

Il programma prevede per i partecipanti alla fase finale la firma di un contratto discografico con Sony Music e dalla loro pagina Facebook si capisce che la band è già sotto contratto discografico con RecLab Studios. In un primo momento sembra che le motivazioni siano queste, ma poi il vero problema viene fuori, nelle parole di Lars Premoli, manager dei ragazzi, a Michele Monina per Linkiesta: «I ragazzi, ci racconta il manager, vengono convocati in Sony per firmare un megacontratto onnicomprensivo, che riguarda ovviamente tutta la parte televisiva, con tanto di schede mediche approfondite, ma anche con una opzione discografica importante. Cinque album più uno, con 12/18 mesi ciascuno. Come dire, potrebbe arrivare a durare quasi dieci anni. La parte televisiva era prevista, la seconda no, essendo in effetti la firma di un contratto con Sony in realtà il premio per la vittoria finale di X Factor. Vincolarsi per così tanto tempo, per altro unilateralmente, visto che la Sony può serenamente decidere di non esercitare l’opzione entro quarantacinque giorni, è una sorta di suicidio, per chi ha venti anni e magari non è così convinto che la faccenda abbia preso la piega giusta». E così i Jarvis decidono di chiamarsi fuori, per non firmare con Sony (clicca qui per leggere l’intervento di Codacons nella questione).

Durante il resto della puntata, accedono ai live anche i Daiana Lou e i Les Enfants. Fedez sceglie come meta Saint Tropez per l’ultimo confronto e si fa affiancare dal dj internazionale Benny Benassi che presta orecchie ed esperienza per la scelta finale. Nella squadra delle Under Donne (16-24 anni) passa il turno Caterina Cropelli che propone un brano di Mina, “l’esibizione è insipida ma il timbro mi perfora” dice il rapper. Fedez completa la squadra con Gaia Gozzi che sceglie i White Stripes, e Rosselle Discolo, in arte Roschelle, tira fuori dal cilindro la sua performance migliore.

Arisa è a Torino e con lei c’è Patty Pravo per selezionare i tre Under Uomini da portare ai Live. La scelta di Lorenzo Lumia, in arte Loomy, aveva fatto molto di discutere ai Bootcamp e la cantante lucana aveva ricevuto sonori fischi. La giudice non li rende “inutili” e continua il suo percorso: “Io penso che tu abbia un mondo da raccontare, credo nelle sensazioni che sento quindi voglio portarti avanti. Mi devi dare il massimo, non ci possiamo far dire nulla, dobbiamo essere forti”. “Marco Ferreri è sicuro, canta da dio, ha una bellissima voce, meraviglioso” dice la Pravo, Arisa è d’accordo su tutta la linea: il ragazzo passa. Chiude la categoria il giovane Diego Conti.

Per gli Home Visit Manuel Agnelli è a Bologna, dove ha vissuto per tre anni, e si fa affiancare dal cantautore Daniele Silvestri. Andrea Biagioni canta Message In A Bottle, per il giudice sbaglia completamente il pezzo con un arrangiamento forzato: “Devi stare attento, non mi hai convinto per niente”. E conclude: “Io ti voglio in squadra con me comunque”. Misurata e credibile la performance di Eva Pevarello che interpreta Amy Winehouse, quanto basta per accedere alla fase successiva. Completa la squadra degli Over Alessandra Fortes Silva: “Per me tu sei un grande talento e ti voglio in squadra con me” le dice il leader degli Afterhours. Giovedì 27 ottobre si debutta live con la prima vera puntata di X Factor.

Commenti

Commenti

Condivisioni