Notizie

Zucchero ha annunciato un nuovo album e ha detto che oggi la musica fa schifo

zucchero ha annunciato un nuovo album

L’annuncio vero era arrivato a fine aprile 2015. Peccato che i concerti fossero programmati per la seconda metà del settembre 2016. Quasi un anno e mezzo dopo. Così per ricordare a tutti che non era uno scherzo Zucchero ha deciso di indire una conferenza stampa in occasione dell’apertura delle prevendite dei dieci concerti all’Arena di Verona. E naturalmente è stata l’occasione per parlare anche di altre cose.

La prima è che sta lavorando al nuovo album. Un disco di inediti a più di cinque anni dal precedente Chocabeck. Un lavoro che sarà registrato nell’arco dei prossimi tre mesi a New Orleans “con tre grandi produttori internazionali” e che dovrebbe uscire, parole di Sugar, entro il maggio 2016. Non solo, perché le canzoni di questo album dovrebbero tornare allo spirito di Oro, incenso e birra, il disco che segnò l’esplosione definitiva dell’artista emiliano.

Non che fosse una cosa del tutto inaspettata, perché, per quanto sia uno dei più importanti artisti italiani, riempire dieci date consecutive all’Arena non è cosa scontata senza avere un nuovo album e nuove canzoni in heavy rotation nelle radio. Ma è comunque una bella sorpresa sapere che il più internazionale dei nostri autori sia di nuovo al lavoro.

Zucchero ha però parlato anche più nello specifico dei live, spiegando che saranno gli unici appuntamenti italiani dell’anno. E che in ciascuna delle dieci date sarà presente un grande ospite italiano o internazionale. E qui c’è da sbizzarrirsi, perché di nomi il buon Adelmo non ne ha fatti rimandando a giugno i primi annunci, ma si è lamentato di quanto sia più facile organizzare le cose con i colleghi stranieri, mentre quelli nostrani devono fissare gli appuntamenti in agenda con molti mesi di anticipo. Ma il tempo c’è, e dunque immaginare un duetto con Francesco De Gregori non è affatto vietato. Anche se tutti pensano già a Bono ed Eric Clapton.

Zucchero ha poi voluto sposare i concetti espressi già dal suo amico Francesco Guccini sulla qualità della musica oggi. “Ci stanno foraggiando con dei gran panini alla merda e il pubblico si è abituato a questo”, ha detto senza mezzi termini. “E di bella musica negli ultimi tempi ne ho sentita veramente poca: Adele, De Gregori, Clapton e Paolo Nutini”. E persino i Coldplay lo incuriosiscono “ma non vorrei che dopo essere stati a Ibiza si siano rovinati”.

Ma ciò che è meglio, tornando ai live, è quanto ci aspetta a Verona nelle due settimane di residency. Zucchero ha intenzione di trasformare la città dell’Arena nella città della musica, dando la possibilità a giovani artisti di esibirsi per le strade. Possibilmente sulle note blues tanto care al cantante. Le stesse che dovremmo aspettarci dal nuovo album,

Commenti

Commenti

Condivisioni