Milano celebra il ritorno a casa di Eros Ramazzotti

Foto-eros-ramazzotti-milano-2015
di Laura Ritagliati
Foto di Francesco Prandoni

Mediolanum Forum, Assago (Milano), 7 ottobre 2015. La tranche italiana del Perfetto World Tour di Eros Ramazzotti riparte da Milano. Iniziata lo scorso mese all’Arena di Verona, la prima parte della tournée toccherà non solo i palazzetti delle principali città d’Italia, ma oltrepasserà i confini con concerti in tutta Europa. Lo show di stasera è il primo dei tre in programma al Mediolanum Forum, una tripletta che sancisce il ritorno live dell’artista romano nella sua città d’adozione, Milano. Per i patiti di numerologia tre è il numero “perfetto”, come Perfetto è il titolo del nuovo album di Eros, pubblicato a maggio di quest’anno. Un disco che vede la collaborazione di parolieri d’eccezione come Mogol, Federico Zampaglione, Pacifico e Francesco Bianconi, voce dei Baustelle.

Il pubblico accorso questa sera è variegato, anche se la presenza di signore che ormai hanno varcato la soglia degli “anta” è cospicua. In assetto da concerto, armate di fasce, t-shirt e cartelloni dedicati al loro idolo, attendono l’inizio del concerto con un’energia da fare invidia a una ventenne. Mi accoglie un Mediolanum Forum meno affollato del solito ma con un notevole numero di vip presenti tra le tribune: oltre a Bianconi sono presenti anche Luca Tommasini – che ha curato la regia del Perfetto World Tour – e Aurora Ramazzotti. Puntuale come pochi altri, lo show ha inizio alle 21.00 in punto. Un gigantesco disegno 3D del volto di Eros proiettato sul palco fa da sfondo alla prima canzone in scaletta, L’ombra del gigante.

Visual e laser, che creano giochi e geometriche forme di luce, fanno capire immediatamente che stasera assisteremo a uno spettacolo che non ha nulla da invidiare alle più prestigiose produzioni internazionali (qui le foto del concerto). Ad accompagnare Ramazzotti sul palco una band di 10 elementi, tra i quali spicca Luca Scarpa, suo storico amico e direttore musicale del tour. È una serata speciale per il cantautore romano, non solo perché vede il suo ritorno sul palco del Mediolanum Forum ma anche perché è dedicata «a un caro amico che questa estate ci ha lasciato».

Sul ritornello di Alla fine del mondo, primo singolo di Perfetto, il ghiaccio sembra essersi definitivamente rotto, al punto che Eros si lascia andare a una danza quasi liberatoria. La voce dei fan incomincia a farsi sentire sulle note di Stella gemella e Più che puoi, quest’ultima cantata insieme alle due (brave) coriste Monica Hill e Roberta Montanari.  Uno dei momenti più toccanti della serata è legato a Esodi, «una canzone di tanti anni fa ma che purtroppo è ancora attuale».

Eros (e con lui il pubblico) sembra dare il meglio di sé con i suoi grandi classici come Adesso tu, L’aurora, Un’altra te, Terra promessa, Cose della vita: l’impressione che si ha è che i nuovi brani tratti dall’ultimo album fatichino un po’ ad aver presa sugli spettatori. Tra un “amarcord” e l’altro un plauso va alla regia, talmente curata da far invidia ai grandi show che si vedono in televisione. In più di due ore di show e ben 27 brani in scaletta, stasera Milano ha celebrato degnamente i 30 anni di carriera del suo figlio adottivo.

Altri articoli su questo concerto

Commenti

Commenti

Condivisioni