Grande festa e tanti ospiti alla corte di Marracash

foto-concerto-Marracash-milano-5-giugno-2015
di Laura Ritagliati
Foto di Stefano Galli

Carroponte, Sesto San Giovanni (Milano). A giudicare dal colpo d’occhio non poteva esserci scenografia migliore. La gigantesca struttura metallica, tratto distintivo del Carroponte, sembra essere la cornice ideale per il concerto milanese di Marracash. Il 2015 ha segnato il ritorno discografico del King, all’anagrafe Fabio Bartolo Rizzo, che a inizio anno ha pubblicato il suo quarto album in studio Status, arrivato a un anno di distanza dall’uscita del singolo omonimo. Nel disco sono tanti gli ospiti che hanno scelto di collaborare, come tanti saranno gli amici e colleghi che saliranno sul palco questa sera.

Mancano pochi minuti alle 22.00 e Marracash fa il suo ingresso sul palco. Mantella e cappuccio black & gold lo fanno sembrare una via di mezzo tra un pugile e un padre spirituale. Forse è proprio questa l’essenza del personaggio: a giudicare dagli occhi con i quali il suo pubblico lo osserva incantato, Marra sembra essere riuscito a incarnare al tempo stesso la figura di guerriero vincente e di guida che non ha dimenticato un passato da “perdente”. In scaletta non solo i brani dell’ultimo album ma anche chicche del passato come Sabbie mobili, canzone scritta qualche anno fa “anche se da allora non è cambiato nulla, solo l’arrangiamento”, dichiara il rapper alludendo alla situazione del nostro Paese.

Non bastassero l’afa e il caldo tropicale (anzi peggio, milanese), la serata si scalda ulteriormente con l’arrivo sul palco di Gué Pequeno sul finale di S.E.N.I.C.A.R. I due dividono la scena anche sulle note di Brivido, “l’alba chiara dell’hip hop italiano”, scherza Marra. Sono tanti gli ospiti che stasera sono accorsi dal King: anche Coez e Salmo fanno il loro ingresso con A volte esagero. E infine arriva il grande ospite annunciato, colui che a metà degli anni Novanta ha fatto da apripista alla moderna scena hip hop e rap italiana: Fabri Fibra. Tra il pubblico è un tripudio di visiere drittissime che ondeggiano su e giù sul ritornello di Vita da star, duetto contenuto in Status che vede la partecipazione del rapper di Senigallia. Badabum Cha Cha e King del rap chiudono in grande stile l’ora e mezza di uno show durante il quale nessuno, sopra e sotto al palco, si è risparmiato. Che dire, grande festa alla corte Marra.

Altri articoli su questo concerto

Commenti

Commenti

Condivisioni