MTV EMA a Milano: Piazza Duomo è tutta per Marco Mengoni (senza nulla togliere ai Duran Duran)

Foto-concerto-mtv-ema-2015-milano-piazza-duomo-24-ottobre
di Carolina Saporiti
Foto di Francesco Prandoni

Piazza Duomo, Milano, 24 ottobre 2014. Sarebbe bastata la luna tra le guglie per rendere bella piazza del Duomo ieri sera. Invece, a renderla ancora più speciale, ci hanno pensato Ellie Goulding, Marco Mengoni e i Duran Duran che si sono esibiti sull’MTV World Stage, presentati da Marco Maccarini, nel primo dei due concerti gratuiti a conclusione della MTV Music Week e in attesa dell’assegnazione degli MTV EMA di stasera al Forum di Assago.

La prima a esibirsi, dopo i due artisti di MTV New Generation Jack Jaselli e Santa Margaret, è stata la cantante e autrice britannica. Voce pulita, seppure non potente, Ellie Goulding è stata la regina del palco per 45 minuti. Bionda, biondissima, sexy con un top nero trasparente, pantaloncini di pelle e anfibi, Ellie non è stata ferma un secondo, scaldando le migliaia di fan. Dopo i primi tre pezzi ha annunciato il nuovo singolo, Something In The Way You Move. Ellie si diverte e si vede – e il pubblico la segue nei suoi salti – e quando canta Burn, prende la chitarra e suona per qualche minuto insieme alla band che l’accompagna, per poi chiudere il concerto con Love Me Like You Do.

Ma è quando arriva il turno di Mengoni che la piazza esplode: l’esercito è lì per lui e Marco apre il concerto – il più breve della serata con solo 7 brani in scaletta – con Guerriero. Elegante e impeccabile ringrazia il pubblico, MTV e gli MTV EMA, e quasi si commuove quando i fan cantano insieme a lui Essenziale, brano che ha vinto Sanremo 2013. “Improvvisa” anche una versione inedita di Esseri umani in spagnolo e canta l’ultimo singolo Ti ho voluto bene veramente di cui i fan sanno già tutto il testo. Conclude con Io ti aspetto e la piazza quasi impazzisce. E si capisce perché sia proprio lui il primo artista italiano a salire sull’MTV World Stage: dopo aver vinto 3 Best Italian Act, stasera Mengoni è in corsa per il titolo di Best Worldwide Act Europe.

Dopo qualche minuto di attesa, e un cambio generazionale di pubblico, è la volta dei Duran Duran che suonano per un’ora abbondante, coinvolgendo a metà concerto anche Mark Ronson che canta con loro il brano del nuovo album Pressure Off. Mr. Ronson è, tra l’altro, uno degli artisti che ha collaborato all’ultimo Paper Gods, insieme a Nile Rodgers, Mr. Hudson, Janelle Monae, John Frusciante e Kiesza. Ma è con il secondo brano Wild Boys che il pubblico si scatena. La scelta di far suonare Simon Le Bon, John Taylor, Nick Rhodes e Roger Taylor all’MTV World Stage non è casuale: domani riceveranno l’MTV Video Visionary Award, una nuova categoria degli MTV EMA, che riconosce il loro ruolo nello sviluppo della video music come forma d’arte. A Simon Le Bon a inizio concerto manca un po’ la voce, ma lo spettacolo è garantito dai successi del passato mescolati ad alcuni brani più recenti, come Sunrise.

Lo show di ieri ha dato inizio agli eventi di chiusura della sette giorni di live, eventi e workshop che hanno animato la città durante la MTV Music Week. Stasera, oltre agli MTV EMA al forum, in Duomo andrà in scena un altro super concerto con Martin Garrix, Afrojack e Twenty One Pilots.

 

Commenti

Commenti

Condivisioni