Onstage
foto-concerto-thegiornalisti-roma-2017

Thegiornalisti a Roma, la consacrazione di una band che ce l’ha fatta

PalaLottomatica, Roma, 9 maggio 2017. “Completamente sold out” non è solo il titolo del disco dei Thegiornalisti: la prima data del loro tour in un palazzetto strapieno è esattamente come la cantano loro, sold out. Dagli spalti del terzo anello, quelli più vuoti, si fatica a vedere bene e si sente, come sempre, decisamente male, ma non è colpa loro. In ogni caso fila per arrivare, file per smaltire accrediti e biglietti, file per l’ingresso. Un pienone giustificato dall’immenso successo ottenuto in questo ultimo anno dalla band di Tommaso Paradiso, ormai assurto a frontman d’elezione dell’indie più mainstream.

Dopo il dj set di Calcutta, primo degli ospiti della serata (gli altri sono Luca Carboni per due pezzi, Elisa per una piccola apparizione, uno scatenato Fabri Fibra), e gli Shazami (Federico Russo e Francesco Mandelli) che propongono cover chitarra e voce, si abbassano le luci e si alzano le grida. Superiamo facilmente i decibel di decollo di un aereo, un paio di gabbiani cambiano di sicuro rotta infastiditi dal muro del suono. Si illumina il palco, dotato di una profonda S che attraversa il pubblico, ed entrano i Thegiornalisti sulle note del singolo Senza, che ha dato il titolo a queste date del tour di Roma e Milano.

Il gruppo è carico: d’altronde non è da tutti riempire il PalaLottomatica (e il Forum di Assago, a Milano, l’11 maggio) e loro ne sono consapevoli. Sarà stato anche il prezzo accessibile, ma la verità è che le persone sono qui per il grande successo che ha travolto il gruppo, ormai lanciato in classifica e radiofonicamente. Sono la band del momento e continueranno sicuramente su questa strada: forse con qualche incertezza, ma la voglia è tanta. Hanno ancora qualche avanzo di stupore prima di considerarsi dei navigati di tutto rispetto.

“Siccome siamo in un palazzetto e sto per c*garmi addosso, vi chiedo di fare la ola sul ritornello di questa canzone” confessa Tommaso Paradiso. Comprensibile: il Palalottomatica è un mare di braccia e urli, un’onda anomala tra gli arcobaleni delle luci sul pubblico che accompagna Mare Balotelli.

Tommy è un chiacchierone, interviene spesso, racconta aneddoti e punteggia le canzoni con i suoi commenti. Tenta di tirare il fiato con L’importanza del cielo, ballad lenta che placa un po’ il ritmo e che canta da seduto, prima di dare il via ad un piccolo set acustico in omaggio alle radici dei Thegiornalisti. “Molti di voi ci seguono da tanto tempo e volevamo mostrarvi come siamo nati: su tre seggiole a casa di mia madre” racconta Paradiso spostandosi con la band al centro della curva della S per eseguire tre canzoni in versione chitarre e voce. Un momento rilassato che mostra la dimensione originaria della band, un affondo nel proprio passato quasi a rassicurarsi di aver raggiunto il successo grazie a solide fondamenta. Si chiude il set con Io non esisto, un inno alla friendzone con un coro infinito di cellulari accesi tra spalti e platea.

La seconda parte di concerto è tutta degli ospiti: arriva Luca Carboni per Proteggi questo tuo ragazzo e una nuova versione di Luca lo stesso, scritto proprio da Tommaso insieme al cantautore bolognese. Si rialza il livello di ritmo e coinvolgimento: su Sold out Paradiso si gode le braccia tese del pubblico che continua imperterrito a cantare, travolto dall’esplosione di coriandoli gialli prontamente sfiatati via dagli addetti alla sicurezza.

Arriva Elisa, che annuncia da sola la sua presenza cantando nel silenzio Tra la strada e le stelle: l’apparizione fugace della cantante friulana è poco più di un momento rapidissimo, tanto che ci si chiede se veramente sia stata lì. Ci si avvia verso il finale ma manca ancora l’ospite più atteso, Fabri Fibra per la hit Pamplona, che è già stata indicata come la canzone dell’estate 2017: una bomba vera, il momento più alto del concerto. Fibra è un trascinatore in grado di oscurare chiunque e fa suo il PalaLottomatica in una sorta di preview di quello che vedremo dal vivo nei suoi prossimi concerti – anche se bisogna dire che Paradiso regge bene l’invasione.

La band ha accolto con stupore un pubblico ampio e caloroso, offrendo un concerto pieno di energia. I Thegiornalisti sanno benissimo cosa vuole la gente che è accorsa a vederli e glielo regala senza risparmiarsi, facendo leva sull’empatia che Tommaso è in grado di creare con i fan, su canzoni di oggettiva qualità e su una giusta dose di intelligenza e pragmatismo. Con un PalaLottomatica così pieno, comunque la si pensi, hanno vinto loro.

Le foto del concerto

Altri articoli su questo concerto

Arianna Galati

Foto di Roberto Panucci

Commenti

Commenti

TROVA CONCERTI