Onstage
Babyshambles Sequel To The Prequel Recensione

Finalmente lontano dai tabloid, Pete Doherty mantiene le promesse

Babyshambles Sequel To The Prequel RecensioneBabyshambles
Sequel To The Prequel
Parlophone/EMI

Fateci caso: da quando i tabloid inglesi hanno smesso di stressarci con le notizie sugli abusi della vita personale e (quasi) privata di Pete Doherty, siamo anche riusciti a giungere a una pacificazione con l’ex giovane promessa del pop britannico. Questo significa poter valutare con molta più obbiettività una carriera che pareva essersi arrestata dopo un album solista, Grace/Wastelands, che aveva mostrato alcuni lati interessanti e inediti del Doherty compositore.

Tocca dunque a Sequel To The Prequel, graziato da una splendida copertina – una foto della leggendaria Pennie Smith, quella di London Calling per intenderci, trasformata in oggetto pop da Damien Hirst -, mostrare i segni della maturità del bad boy dei Libertines, in continuità col recente passato. Sorpresa (ma non troppo), il disco funziona eccome e mantiene le promesse spesso disattese del passato. Ci sono i classici momenti alla Babyshambles, che derivano direttamente dalla saga Libertines, come Fireman o Maybelline, attacchi punk da due minuti, ma affiora spesso anche l’influenza decisiva di un autore come Ray Davies, vedi la bizzarra Sequel To The Prequel, un brano quasi vaudeville, o Seven Shades Of Nothing, uno degli apici del disco e possibile singolo. E, a proposito, il primo che verrà tratto dall’album è Nothing Comes To Nothing, splendida ballad, perfetta per l’airplay radiofonico e per scaldare il cuore di chi si sentiva orfano di Pete.

Il meglio, per chi scrive, arriva però con l’eccellente Dr. No, un brano di white reggae come non se ne sentivano dai tempi dei Clash, altra influenza dichiarata del Nostro, e con Farmer’s Daughter, quasi loureediana (Sweet Jane, forse?), conferma di quel talento che, a sprazzi, Doherty ha messo in mostra tra una cazzata e l’altra. Speriamo che sia la volta buona…

Commenti

Commenti

TROVA CONCERTI