Notizie

!!! Thr!!!er Recensione

!!! Thr!!!er Recensione!!!
Thr!!!er
(Warp Records) 

Eravamo a metà della prima decade del XXI secolo, e nella mancanza di un genere musicale che prevalicasse sopra gli altri, molte cose si muovevano sotto la superficie. Tra queste c’era una corrente frettolosamente battezzata punk-funk, una manciata di band statunitensi che suonavano un funk bianco, sporco, muscolare e intenso con il dichiarato intento di far ballare. Quasi dieci anni dopo si contano i superstiti: Tra gli LCD Soundsystem di James Murphy che non sono sopravvissuti al loro successo e i Rapture nella lista dei dispersi, solo i !!! (chi rimane spesato sappia che si pronuncia Chk Chk Chk) continuano a tenere botta.

Thr!!!er, il loro quinto album di studio, prova a riproporre gli elementi che hanno fatto la fortuna dei primi tre dischi, perfettamente riassunti da quella Me And Giuliani Down By The School Yard (A True Story) che ne è la summa e il manifesto. Purtroppo gli anni si sentono sulle spalle dei 9 di Sacramento, l’ispirazione non sempre è presente e anche la voglia di ballare non sembra essere tantissima. Il disco parte decisamente fiacco, facendo della ripetizione la sua unica caratteristica, in cui annegano i primi due brani. Qualche spunto interessante arriva da Fine Fine Fine (alla band decisamente piace ripetere le cose tre volte) e dai primi due singoli One Girl/One Boy e Slyd, ma l’insieme decisamente fatica a decollare. Finalmente arriva come una ventata Californiyeah, il cui ritornello contagioso riporta alla freschezza di Myth Takes del 2007, che cresce bene e coinvolgente. Except Death sembra continuare sulla stessa scia, grazie anche alla voce femminile che doppia quella di Nic Offer e da forza al refrain, ma purtroppo si perde sul finale strumentale che ci riporta nel piattume della successiva Careful. L’ultimo brano Station (Meet Me At The) è un sussulto, il migliore dell’ascolto, che da prova di cosa gli !!! sono in grado di fare quando tutto fila per il verso giusto, ma relegato lì, sul finale, arriva ormai troppo tardi e non è purtroppo sufficiente a risollevare le sorti di un disco sotto tono.

Commenti

Commenti

Condivisioni