Gli Editors ripartono dalle canzoni, senza filtri e senza vergogna

Editors The Weight Of Your Love recensione


Editors

The Weight Of Your Love
(PIAS Records)

Lontani dal suono sintetico che aveva caratterizzato In This Light And On This Evening del 2009, gli Editors accantonano le velleità elettroniche e attivano la modalità “classica”, sfornando 11 pezzi di quelli che in teoria basta un falò e una chitarra e il gioco è fatto. Ma solo in teoria, perché le versioni in studio sono tutt’altro che minimali; Mark Flood (ancora una volta in regia) sparge arrangiamenti orchestrali ovunque – atteggiamento che culmina in un brano composto unicamente da archi e voce (l’enfatica Nothing). L’approccio è vincente, e impreziosisce la scrittura di una band che si è ritrovata con un chitarrista in meno (Chris Urbanowickz se n’è andato amichevolmente per divergenze prettamente musicali) e dopo un periodo un po’ confuso deve ritrovare l’equilibrio.

Nonostante il primo singolo sia un pezzo rock dal passo spedito, sono le ballad e i brani più trascinati a farla da padrone in The Weight Of Your Love, in linea con l’argomento principe dell’album: l’amore. Un amore che infatua e prosciuga, che dona speranza e provoca sofferenza, che viene e che va. Naturalmente riuscire a dire qualcosa di nuovo sul tema è un’impresa; ma i testi di Tom Smith – pur prendendo in prestito dalla storia della musica intere frasi (vedi Two Hearted Spider che cita apertamente Every Breath You Take dei Police) – riescono a sorprendere svoltando quasi sempre nell’arcano, con parole che colgono alla sprovvista.

Un paio d’anni fa – quando i ragazzi di Birmingham avevano cominciato le registrazioni del disco – Smith si pronunciò così: «Non so più come oggi si possa definire una hit, ma queste canzoni sono classiche e d’impatto». Tutto vero: i pezzi che compongono il quarto disco degli Editors sono semplici e sinceri, e anche se mancano delle vere e proprie hit (nel senso pop del termine) arrivano dritti al cuore senza filtri e senza vergogna. Forse l’ispirazione non raggiunge i livelli di The Back Room e An End Has A Start, ma la credibilità della band rimane intatta al 100%.

The Weight Of Your Love

Canzoni
The Weight Durata: 04:32 Riproduci Acquista dall'album: The Weight Of Your Love
Sugar Durata: 04:16 Riproduci Acquista dall'album: The Weight Of Your Love
A Ton of Love Durata: 03:58 Riproduci Acquista dall'album: The Weight Of Your Love
What Is This Thing Called Love Durata: 04:12 Riproduci Acquista dall'album: The Weight Of Your Love
Honesty Durata: 04:49 Riproduci Acquista dall'album: The Weight Of Your Love
Nothing Durata: 05:15 Riproduci Acquista dall'album: The Weight Of Your Love
Formaldehyde Durata: 03:5 Riproduci Acquista dall'album: The Weight Of Your Love
Hyena Durata: 03:39 Riproduci Acquista dall'album: The Weight Of Your Love
Two Hearted Spider Durata: 04:3 Riproduci Acquista dall'album: The Weight Of Your Love
The Phone Book Durata: 04:31 Riproduci Acquista dall'album: The Weight Of Your Love
Bird of Prey Durata: 04:46 Riproduci Acquista dall'album: The Weight Of Your Love
The Sting Durata: 04:08 Riproduci Acquista dall'album: The Weight Of Your Love
Get Low Durata: 03:3 Riproduci Acquista dall'album: The Weight Of Your Love
Comrade Spill My Blood Durata: 04: Riproduci Acquista dall'album: The Weight Of Your Love
Hyena (Acoustic) Durata: 03:43 Riproduci Acquista dall'album: The Weight Of Your Love
Nothing (Acoustic) Durata: 05:32 Riproduci Acquista dall'album: The Weight Of Your Love

Commenti

Commenti

Condivisioni