Notizie

Professor Green – At Your Inconvenience

Professor Green
At Your Inconvenience
(Emi Music)

A differenza di molti altri suoi colleghi – che magari passavano ore a imparare i testi dei Public Enemy a memoria – Stephen Paul Manderson è inizialmente fulminato da altri generi musicali, in special modo dal drum&bass. Poi a una festa, quasi per scherzo, prende in mano il microfono e comincia a darci dentro di freestyle. Con la supervisione di Mike Skinner (The Streets), il suo primo disco raccoglie elogi all’unanimità e gli procura una certa notorietà grazie alle hit Need You Tonight e Just Be Good To Green (con il featuring di Lily Allen).
Un anno dopo esce il secondo album At Your Inconvenience, che sottolinea ulteriormente la versatilità di Professor Green: si passa da pezzi radio-friendly che ricordano l’ultimo Eminem con Rihanna (Read All About It) a commistioni più azzardate (i ritmi dubstep di How Many Moons, la velocità di Trouble), da delicate ed eleganti suite (Spinning Out con Fink) a un hip-hop più schietto e caciarone (D.p.m.o.). Il punto più alto si raggiunge con Avalon, brano posto esattamente al centro del disco, che conta su una melodia perfetta e una progressione impetuosa: tanto merito va anche alla splendida interpretazione di Sierra Kusterbeck, voce dei poco conosciuti versa Emerge. At Your Inconvenience non lascerà un segno indelebile nella storia dell’hip-hop – sfida quasi improponibile nel 2012 – ma è senz’altro un lavoro che svetta per passione e personalità.

Clicca qui per guardare la videointervista a Professor Green.

Commenti

Commenti

Condivisioni