Il soul e il blues diventano pop contemporaneo nell’album di Rag’n’Bone Man

Rag’n’Bone Man-milano-2017-prezzi-biglietti-informazioni-concerto

Quando sul finire degli anni 90 Anastacia irruppe sulle scene con I’m Outta Love io ero solo un bambino ed ero convinto di star ascoltando l’ennesima brutta copia di Aretha Franklin. Lo stupore che colse me e mezzo mondo nel notare che in realtà quella voce apparteneva a una minuta donna bianca fu immenso.
Talvolta pare proprio che la natura faccia strani scherzi…Probabilmente lo stesso scherzo deve averlo subito Rory Graham quando trentadue anni fa nacque con la pelle bianca.
Fresco vincitore del Brit’s Critics Choice Awards 2017, Rag‘n’Bone Man negli scorsi mesi ha dominato tutte le principali charts europee grazie a Human, primo singolo estratto dal suo omonimo album d’esordio.

Rag-n-Bone-Man-Human Dopo esser cresciuto ad Uckfield, Rory si trasferisce a Brighton, dove inizia ad esibirsi con lo pseudonimo di Rag’n’Bonez. La grande occasione giunge nel 2013, quando firma un contratto come autore per la Warner Chappell, che gli permette di dedicarsi a tempo pieno alla musica. Tra 2014 e 2015 pubblica per la Best Laid Plans Records due Ep, intitolati Wolves e Disfigured, che gli valgono le attenzioni della sua attuale etichetta, la Columbia Records.

Human è un disco che pone le sue radici nel soul e nell’hip hop e che ben s’identifica nel suo singolo d’apertura che sintetizza benissimo tutte le peculiarità delle altre canzoni contenute al suo interno. La title track è un brano potentissimo, trainato da una linea di basso semplice ma che fa muovere la testa avanti e indietro. Brillante la scelta di arricchire la sezione ritmica con un clap associato ad un suono di catene, che avvolge la produzione con un velo di oscurità fantastico.
Il punto di forza dell’album sono senza dubbio gli arrangiamenti, che conferiscono al cd un tocco di modernità non banale. Gran parte del lavoro di sound design dei produttori Crew, Coffer e Two Inch Punch (Bastille, Naughty Boy, Sam Smith ecc) si è basato sul rispettare le radici blues e gospel dell’artista, pur volendo andare in una direzione di freschezza molto marcata. La volontà di confezionare un prodotto radio friendly emerge in una delle tracce più riuscite dell’album: Skins, che, come ha dichiarato l’artista a NME, si ispira all’amore proibito tra Jon Snow e la bruta Ygritte della famosa serie tv Game Of Thrones.

La voce di Rag’n’Bone Man si fa colonna portante di tutte le canzoni, come si evince soprattutto nel brano a cappella Die Easy, esperimento dalle tematiche blues-oriented non originalissime. In sostanza Human segna la virata definitiva di Rag’n’Bone Man verso il mondo dei grandi numeri, che forse tradisce un po’ le premesse dei primi lavori.

Se volessimo identificare il gigante britannico nel lupo famelico che campeggia sulla copertina di Wolves (2014), con Human potremmo immaginarlo invece come un cucciolo addomesticato e messo a guinzaglio dalle logiche radiofoniche del pop contemporaneo. Il pelo è troppo pettinato e ci saremmo aspettati qualcosa di più “cattivo” da una voce così potente e sporca. Ciò non toglie che il percorso intrapreso da Rag’n’Bone Man sia di primissimo livello e che per artisti nostrani dalla tribolata collocazione discografica, vedi Sergio Sylvestre (che col cantante inglese condivide stazza e vocalità), possa essere un assoluto esempio di successo.

Human

Canzoni
Human Durata: 03:2 Riproduci Acquista dall'album: Human
Innocent Man Durata: 03:06 Riproduci Acquista dall'album: Human
Skin Durata: 03:59 Riproduci Acquista dall'album: Human
Bitter End Durata: 03:39 Riproduci Acquista dall'album: Human
Be the Man Durata: 03:14 Riproduci Acquista dall'album: Human
Love You Any Less Durata: 04:21 Riproduci Acquista dall'album: Human
Odetta Durata: 03:36 Riproduci Acquista dall'album: Human
Grace Durata: 03:31 Riproduci Acquista dall'album: Human
Ego Durata: 03:17 Riproduci Acquista dall'album: Human
Arrow Durata: 03:21 Riproduci Acquista dall'album: Human
As You Are Durata: 03:48 Riproduci Acquista dall'album: Human
Die Easy Durata: 02:32 Riproduci Acquista dall'album: Human

Commenti

Commenti

Condivisioni