Notizie

Red Hot Chili Peppers – I'm With You

Facciamo un giochino. Prendete dieci amici appassionati di musica, qualunque sia il genere che prediligono, e rivolgete loro una semplice domanda: «Cosa ne pensate dei Red Hot Chili Peppers?». Vedrete che le risposte cadranno tutte dentro un intervallo che va da “fighissimi” a “li rispetto”. Provate ora a ripetere l’esperimento sostituendo i californiani con una qualunque delle più grandi rock band del mondo in termini di popolarità. Non avrete lo stesso unanime giudizio positivo. Non con gli U2 (qualcuno dirà «Bono mi sta sulle palle»), non con i Bon Jovi («sono solo dei tamarri del New Jersey») e neanche con i Rolling Stones («dovrebbero suonare negli ospizi») o i Metallica («si sono venduti il culo»). L’esperienza empirica non lascia scampo, provare per credere. Ma perchè i Peppers godono di tutto questo credito? Semplicemente perchè sono la cosa più vicina al sesso che esista nel mondo del rock. Sono erotici. Ogni volta che pubblicano un disco – I’m With You non fa eccezione – ci ricordano quanto sia bello trombare e ci spingono a farlo ancora e ancora. Ci fanno arrapare.

Anthony, Flea e Chad hanno cinquant’anni, ma ci vuole l’aiuto di Wikipedia per scoprirlo. Sembrano matricole della University Of California, petto scolpito e tatuato, cappelli da baseball, sneakers, capelli colorati. Sullo sfondo c’è Los Angeles, la città più sexy del mondo, con le sue spiagge infinite piene di bionde e surfisti. Come molti altri in passato, il video di The Adventures of Rain Dance Maggie (primo singolo di I’m With You) è ambientato a Venice Beach. Esemplare. Volete un’esperienza davvero erotica? Bene, salite sul tetto di un palazzo affacciato sulla spiaggia più figa del mondo e fate vedere i muscoli. Vi piacerà.

Ancora una volta i Red Hot Chili Peppers confermano di badare poco ai fronzoli artistici (di necessità virtù?). Le canzoni latitano, sono le andature sensuali a sedurci. Quasi tutte le quattordici tracce girano intorno alla potenza ritmica che da molti anni è la cifra stilistica dei californiani – Flea e Chad sono una delle migliori sezioni in circolazione, Anthony gioca con la metrica delle parole meglio dei più quotati rapper. Il sound dei peperoncini rossi, caldi e piccanti (mai nome fu più azzeccato) ci tocca nelle zone erogene. Solletica le nostre fantasie portando la libido a prevalere sulla ratio. Finalmente possiamo consumare un’avventura inseguita e improvvisamente alla nostra portata. E’ gratificante.

I’m With You è un amplesso musicale. I Red Hot Chili Peppers sono i maestri di questa sublime arte. Non li batte nessuno. Arrapati maschietti e vogliose femminucce di mezzo mondo – a partire dai dieci amici del giochino iniziale – saranno ampiamente soddisfatti. Ma sarà davvero bello solo se non chiederanno altro che qualche orgasmo a una storia che con l’amore non ha niente a che fare. E’ solo (ottimo) sesso.

Commenti

Commenti

Condivisioni