Riccardo Sinigallia tocca corde inaspettate con il suo gradito ritorno alla scrittura

Riccardo Sinigallia PerTutti

La nuova prova di Riccardo Sinigallia, Per tutti, arriva a 8 anni dalla precedente ed è frutto dell’esperienza come produttore, dimostrando un estrema cura per testi e musica. (Foto di Francesco Lovino)

Riccardo Sinigallia recensione per tutti Fabio LovinoOtto anni da Incontri a metà strada, ed è inutile menzionare il passato con i Tiromancino e quei Due destini a cui Riccardo ha voltato le spalle e chiuso la porta, in cerca di una propria dimensione artistica. Otto anni passati dall’altra parte del vetro in sala di registrazione, un’altra veste e responsabilità. Producer per scelta e con le giuste competenze. Otto anni che sembrano essere un’artistica implosione, da cui inevitabilmente è nato Per Tutti.

Un album in cui Riccardo Sinigallia parla di testa, più che di viscere. Progetto sonoro sensibile alla suggestione e alla ricercatezza cantautorale. Ritornelli senza facili fenditoie. Ogni brano va ascoltato come una piccola sorpresa che ti si accende tra le mani. Per tutti è un album che prosegue il cammino all’insegna della contaminazione, dell’elettricità, della sperimentazione e dell’introspezione profonda, quella che scava le viscere e i ricordi fino a demolecolarizzarli. Prima di andare via con le sue zone di luce e zone grigie ne è l’espressione. Nove canzoni che fanno dell’omogeneità il fulcro e la strada. Per tutti ti travolge come il mare gelido di quell’inverno che Sinigallia non riesce a lasciare in E invece io. Tra i giochi d’ombre e i diretti intenti di La revisione della memoria, si sommano gli echi di rivalsa personale di Una rigenerazione.

La musica è lo snodo fondamentale del disco. Tra la distanza acre di Io e Franchino, l’amore de Le ragioni personali e il padre di Che non è più come prima, si pone 13 07 2010 come un lampo di pace strumentale che pone accento e rilievo sugli altri brani che vanno a fare da corollario. Per Tutti è un disco universalmente evocativo, un’apertura al comune sentire dell’essere umano, in quanto uomo sociale fatto di relazioni interpersonali. Solo una penna arguta poteva catturarlo. Tu che non conosci è l’espressione sublime di quelle pupille dilatate e timpani attivi che solo Riccardo, insieme al fratello Daniele, Stefano Diana e Andrea Pesce poteva ridefinire.

Un disco corale se si pensa ai musicisti che vi hanno preso parte: Roberto Angelini, Cristiano De Fabritiis, Alfonso Bruno, Vincenzo Pastano, Marco Rovinelli e Dodo Nkishi dei Mouse On Mars, Matteo D’Incà, Maurizio Loffredo, Alessandro Canini, Fabio Marchiori, Fabio Rondanin e Vittorio Cosma. Per Tutti è l’espressione che deriva dalla ricca tavolozza di colori a disposizione per ridefinire i sentimenti umani. Sinigallia tocca corde impercettibili all’interno del nostro animo, corde che ci accorgiamo esser state pizzicate solo dopo averle sentite trasposte in note e parole.

Per tutti

Canzoni
E invece io Durata: 07:11 Riproduci Acquista dall'album: Per tutti
Prima di andare via Durata: 03:5 Riproduci Acquista dall'album: Per tutti
Una rigenerazione Durata: 03:44 Riproduci Acquista dall'album: Per tutti
Io e Franchino Durata: 03:17 Riproduci Acquista dall'album: Per tutti
Per tutti Durata: 06:31 Riproduci Acquista dall'album: Per tutti
13 07 2010 Durata: 02:11 Riproduci Acquista dall'album: Per tutti
Le ragioni personali Durata: 03:25 Riproduci Acquista dall'album: Per tutti
Che non è più come prima Durata: 04:28 Riproduci Acquista dall'album: Per tutti
Tu che non conosci Durata: 03:29 Riproduci Acquista dall'album: Per tutti

Commenti

Commenti

Condivisioni