Slash Apocalyptic Love

- voto:

Slash

Apocalyptic Love

RoadRunner Records

Se siete tra quelli che guardano al 21 dicembre con il timore della profezia Maya, Slash vi è venuto incontro: «La traccia d’apertura (e title track, ndr) è un modo divertente per incitare all’ultima fiammata prima della fine del mondo». Premete play, alzate il volume a tavoletta e lanciatevi con il piede sull’acceleratore oltre il confine del rock insieme all’ex Guns: non avrete più paura di nulla. Impossibile resistere alla potenza del suo nuovo lavoro, scritto con il frontman degli Alter Bridge, Myles Kennedy, sulla linea ritmica di Brent Fitz (batteria) e Todd Kerns (basso), la stessa formazione che ha accompagnato Slash nel suo ultimo tour – è in quei mesi che è nato Apocalyptic Love. 13 pezzi dal tiro catchy, una lunga corsa a perdifiato scandita dagli assoli del guitar hero, assecondati in sala di registrazione dalla geniale mente del produttore Eric Valentine che si è inventato – per ovviare all’insofferenza del chitarrista californiano verso le cuffie – la Slash Box: una stanza completamente insonorizzata all’interno dello studio solo per il Cilindro nero, in modo che potesse suonare come fosse dal vivo. Il risultato è un lavoro diretto, immediato: non occorre essere appassionati di rock per capire che lui è un simbolo di questo genere. Consiglio: tenete la musica di Slash a portata di mano, vi farà ballare anche a dicembre.