C’è tutto Born In The U.S.A. nella scaletta di Springsteen a Milano

Foto-concerto-bruce-springsteen-Milano-03-giugno-2013

La scaletta del concerto di Milano di Bruce Springsteen, tra cover rock’n’roll, grandi classici, e un album suonato per intero.

Ogni concerto di Bruce Springsteen è diverso dagli altri. E non solo perché la scaletta cambia ogni volta, piegandosi alle esigenze e ai desideri del Boss e di conseguenza a quelli del suo pubblico, ma anche perché l’atmosfera è creata in primis dalla gente che partecipa (e foto lo dimostrano). E allora nella setlist finiscono pezzi rock’n’roll come la cover di Little Richard Long Tall Sally (anche se dal pubblico la richiesta era Good Golly Miss Molly) o il gran finale Twist And Shout / Shout che ha fatto alzare le mani e ballare tutto San Siro. O momenti da occhi lucidi come una The River da brividi o la conclusiva Thunder Road solo chitarra acustica e armonica. Ma sopratutto succede che metà concerto è dedicato a suonare tutto Born In The U.S.A, per celebrare il primo, storico live italiano proprio in occasione di quel tour. Era il 1985 e lo stadio ancora si chiamava Meazza, ed è li che è iniziata la storia che lega il nostro paese a quella del Boss, che dal palco ha ribadito come questa location abbia un posto speciale nel suo cuore, e la nostra recensione spiega cosa è successo ieri sera.

Scaletta Bruce Springsteen Milano 3 giugno 2013

Land of Hope and Dreams
My Love Will Not Let You Down

Out in the Street
American Land (richiesta dal pubblico)
Long Tall Sally  (cover di Little Richard, anche se il pubblico aveva richiesto Good Golly Miss Molly)
Loose Ends  (richiesta dal pubblico)
Wrecking Ball
Death to My Hometown
Atlantic City  (richiesta dal pubblico)
The River 

Born in the U.S.A.:
Born in the U.S.A.
Cover Me
Darlington County
Working on the Highway
Downbound Train
I’m on Fire
No Surrender
Bobby Jean
I’m Goin’ Down
Glory Days
Dancing in the Dark
My Hometown 

Shackled and Drawn
Waitin’ on a Sunny Day
The Rising
Badlands
Hungry Heart 

Bis:
We Are Alive (Intro da This Land Is Your Land)
Born to Run
Tenth Avenue Freeze-Out
Twist and Shout (cover dei Top Notes)
Shout (cover degli Isley Brothers)

Bis 2:
Thunder Road (solo con chitarra acustica e armonica)

Commenti

Commenti

Condivisioni