Una scaletta in perfetto equilibrio tra passato e presente per Niccolò Fabi

niccolo-fabi-tour-2016-scaletta
di Francesca Vuotto
Foto di Roberto Panucci

Il 18 maggio Niccolò Fabi ha dato il via da Assisi alla tournée che segna il suo ritorno sui palchi da solista, dopo la fantastica avventura degli ultimi anni insieme a Daniele Silvestri e Max Gazzè. Questa nuova serie di concerti è dedicata in particolare a Una somma di piccole cose, l’ultimo album, che il cantautore romano propone dal vivo per la prima volta, dopo gli ampi successi riscossi da pubblico e critica sia sul piano delle vendite che degli ascolti.
Per questo tour Fabi ha pensato una scaletta ben calibrata, in equilibrio tra passato e presente.

«Ho trovato dei musicisti perfetti sia per queste canzoni (del nuovo disco, ndr) che per il vecchio repertorio, che oramai ho sentito suonare tante di quelle volte che credevo non mi sarei più sorpreso. E invece sarà una bella tournée, piena di groove e di digressioni sognanti» ci ha raccontato quando lo abbiamo intervistato, parlando della band con cui ha deciso di girare l’Italia. Una band che, come detto, ha saputo dare nuova linfa ai successi che raccolgono sempre il favore dei fan e tra cui spicca il nome di Bianco.

Ecco la setlst che lui e i suoi compagni di viaggio riproporranno data dopo data per tutta l’estate:

Una somma di piccole cose
Ha perso la città
Facciamo finta
Filosofia agricola
Non vale più
Una mano sugli occhi
Ostinatamente
È non è
Il negozio di antiquariato
Ecco
Sedici modi di dire verde
Oriente
Vento d’estate
Giovanni sulla terra
Solo un uomo
Costruire
Offeso
Lasciarsi un giorno a Roma

Vince chi molla
Aeroplano
Una buona idea

Lontano da me

Commenti

Commenti