Speciali

10 pezzi dance che balleremo quest’estate

10-canzoni-dance-ballare-estate-2015

Un tempo fare i bagagli era un’operazione che portava via parecchie energie in più rispetto ad ora: strumenti tecnologici (talvolta ingombranti) come la macchina fotografica e i lettori musicali oggi non reclamano più il loro spazio in valigia, visto che oggi sono sempre con noi, nel nostro smartphone.

Forse a farne le spese è una certa poesia, ma anche i nostalgici più accaniti dovranno ammettere che a livello di comodità siamo su un altro pianeta. Niente più frasi come “preparo la cassettina per l’estate” oppure “mi faccio qualche compilation su cd”: tutto si risolve anche all’ultimo momento, confezionando una semplice playlist sulla propria app di streaming musicale di fiducia.

Metodologie di fruizione musicale a parte, rimane un punto fermo: non c’è estate che si rispetti senza un’adeguata colonna sonora dance. E se volete giungere a destinazione pronti per sfoggiare con sicurezza tutta la vostra abilità in pista, ci pensiamo noi a rivelarvi le 10 canzoni che ballerete di sicuro quest’estate. Bando allo stress, e via con le danze.

Robin Schulz feat. Ilsey – Headlights
L’anno scorso Robin Schulz aveva remixato un pezzo del 2010 di Lilly Wood & The Prick (Prayer In C), trasformandolo in una delle hit dell’estate 2014. A quanto pare il ragazzo ci ha preso gusto: anche la recente Headlights (con la splendida voce di Ilsey) fa centro, e si candida a un ruolo di protagonista per quest’estate.

Axwell & Ingrosso – Sun Is Shining
Immaginatevi la seguente scenetta: due terzi degli Swedish House Mafia un bel giorno si chiudono in studio e decidono di scrivere il pezzo dance dell’estate. Uno fa all’altro: “Come lo chiamiamo?”. L’altro risponde: “Sun Is Shining”. “Un po’ banale, no?”, replica il primo. “Andrà benissimo”, chiude il secondo. Ecco fatto: hit servita.

Felix Jahen feat. Jasmine Thompson – Ain’t nobody
Reduce da un paio di colpi ben assestati (il remix di Cheerleader di OMI su tutti), Felix Jahen decide di declinare il classico di Chaka Khan in versione dance. Soffice e vincente.

Bob Sinclar feat. Dawn Tallman – Feel The Vibe
Poteva forse mancare il buon Bob? Lui è specializzato in hit estive, e anche quest’anno ci terrà compagnia con un brano dalle sonorità house decisamente anni ’90 – e stilisticamente una spanna sopra rispetto al filone Love Generation (opinione personale, ma fate i bravi e fidatevi).

Sam Feldt feat. Kimberly Anne – Show me love (EDX Indian Summer Remix)
Mentre gli statisti si interrogano sulla probabilità che passi un anno intero senza cover o remix del classico di Robin S, il tedesco Sam Feldt offre una sua rivisitazione di Show Me Love con la voce della brava Kimberly Anne. Lo svizzero Maurizio Colella (meglio noto come EDX) remixa, e per evitare qualsiasi tipo di fraintendimento sulle sue intenzioni (leggi: “confezionare un Mix estivo”) intitola il suo lavoro Indian Summer Remix.

Il Pagante – Vamonos
Fenomeno virale, testo demenziale in italiano, base firmata Merk & Kremont (il duo milanese entrato di recente nella top 100 di Dj Mag), video spassoso girato a Formentera: Vamonos ha tutte le carte in regola per diventare il tormentone dance più divertente dell’estate made in Italy.

Avicii – Waiting for love
Per lo svedese Tim Bergling le stagioni non esistono. Lui si accomoda nel suo studio e sforna una hit dopo l’altra. Waiting For Love non fa eccezione, e quest’estate la sentirete ovunque.

Lost Frequencies – Are you with me
Questa traccia è una “slow burner”. Cosa significa “slow burner”? Che la senti per un po’ di tempo e non ti stupisce particolarmente. Poi però ti rendi conto che ti piace tantissimo. Il riff di chitarra di Are You With Me gira da un po’ di mesi, ma la sensazione è che il momento X sia arrivato proprio ora – giusto in tempo per l’estate.

Zedd – Beautiful Now
Giorgio Moroder pensa che Zedd sia uno dei producer più promettenti della scena dance moderna. Per quanto il maestro possa avere gusti d’altri tempi, non gli si può certo dare torto: il tedesco Anton Zaslavski è un giovane di grande talento, e c’è da scommettere che Beautiful Now – con quel ritornello che è un’istigazione al coro da stadio – rimbomberà in tutti i locali durante la bella stagione.

Tipical – The colour inside 20th anniversary edition
I ballerini più attempati potranno giocarsi la carta dell’esperienza avvicinando la giovane preda in discoteca e sussurrando una frase ad effetto tipo: “Questo pezzo è stato la colonna sonora della mia estate vent’anni fa”. A conferma del fatto che se una canzone è bella non conosce confini temporali, The Colour Inside è ancora qui, a farci ondeggiare con spensieratezza e un pizzico di malinconia.

Commenti

Commenti

Condivisioni