Speciali

10 video musicali girati in Italia da artisti internazionali

10 video musicali girati in Italia da artisti internazionali

Pochi luoghi al mondo presentano scenari suggestivi e ricchi di storia come l’Italia, ma, a differenza del cinema, non sono stati poi in molti a scegliere il nostro Paese per girare video musicali. Qualcuno, come Lady Gaga, promette di farlo da anni, mentre altri big della musica mondiale hanno davvero fatto questa scelta, dando vita a videoclip che, in qualche caso, hanno segnato a loro modo la storia della musica. Proviamo a ricordarne qualcuno.

Madonna – Like A Virgin

In principio fu Madonna. Nel 1984, Miss Ciccone decise di ambientare totalmente in Italia il video di uno dei suoi brani più celebri e chiacchierati. Diretto da Mary Lambert e interamente girato a Venezia, il video mostra gli interni del salone delle feste di Palazzo Zenobio, oltre a una panoramica della città lagunare. Ricco di elementi simbolici religiosi, il filmato è il primo nel quale le provocazioni di Madonna mischiano abilmente sacro e profano, una formula “blasfema” affinata poi nel tempo.

Depeche Mode – Behind The Wheel

Estratto da uno degli album cardine del gruppo di Dave Gahan e Martin Gore, il video di Behind The Wheel rappresenta una delle molte testimonianze del sodalizio con Anton Corbijn. Questa volta gli scenari sono agresti e mostrano un Dave Gahan con la macchina in panne nelle campagne italiane, soccorso da un contadino in trattore. Ironica e ammiccante, la sceneggiatura gira intorno ad un incontro casuale che finisce in un letto di una pensioncina di paese, il tutto appena fuori da Roma e Milano.

John Legend – All Of Me

Come altri illustri personaggi americani, anche John Legend è ormai un assiduo frequentatore dei luoghi che furono lo scenario dei Promessi Sposi. Proprio come Renzo e Lucia, poi, Legend e la moglie Chrissy Teigen hanno pensato di unirsi per sempre sulle rive del lago di Como, girando il videoclip di All Of Me, nel cui finale appaiono proprio i neo sposi. Meno appariscente di Clooney, ma con molto più stile.

Rolling Stones – Streets Of Love @ Circo Massimo

Un evento entrato direttamente nella storia della musica come il concerto al Circo Massimo non poteva che venire immortalato in almeno un video ufficiale. In attesa di un probabile DVD celebrativo, il pubblico italiano ha potuto godere dell’omaggio di Jagger e compagni a un bagno di folla visto poche volte in Italia, per giunta in uno dei luoghi simbolo di Roma e del mondo. Certo, a guardare il pelo nell’uovo, avremmo preferito un altro brano, ma, si sa, Jagger anche a 70 anni resta un piacione.

David Lynch – All The Things

Un album di David Lynch non è roba di tutti i giorni, tanto più se il regista di Twin Peaks decide di ambientare il video di uno dei brani portanti del disco in una città come Napoli. Il tema portante del filmato è la sofferenza della sua musa Chrysta Bell, alle prese con emozioni difficili da gestire e con un cuore strappato (per davvero), mentre la location è mozzafiato: il chiostro cinquecentesco di Santa Caterina a Formiello. Inutile sottolineare l’atmosfera che l’unione di questi ingredienti ha saputo creare.

Coldplay – Violet Hill

Da sempre impegnati a rivalutare l’arte in tutte le sue forme, i Coldplay non potevano esimersi dall’ambientare un proprio filmato in terra italica. Ai tempi di Viva La Vida Or Death And All His Friends la scelta ricadde sulla Sicilia, all’interno del Palazzo Biscari di Catania e al Castello degli Schiavi di Fiumefreddo di Sicilia. Suggestive anche le riprese sull’Etna, così come le tematiche anti guerra della canzone stessa. Esiste un video alternativo del brano, che mostra immagini di politici intenti a ballare.

Sting – If On A Winter’s Night

La storia di If On A Winter’s Night parla decisamente italiano. Non solo il tema del disco prende spunto (e nome) dal celebre Se Una Notte D’Inverno Un Viaggiatore di Italo Calvino, ma l’intero album ha preso forma e vita nella tenuta toscana dell’ex Police, ormai cittadino italiano per buona parte dell’anno. Il video promozionale diffuso dalla Deutsche Grammophon all’uscita del disco vede proprio Sting girare tra i boschi e le terre intorno a Figline Valdarno, così come il Dvd allegato all’album stesso.

Nirvana – Serve The Servants @ Tunnel

Questo documento, girato presso gli studi di Rai Tre per la trasmissione Tunnel, è degno di nota per più di un motivo. Innanzitutto si tratta dell’ultima apparizione televisiva della band di Seattle e già questo basterebbe a renderla immortale. Inoltre, da semplice ricordo per un’intera generazione, nel 2013 si è trasformato in un video ufficiale, inserito nel Dvd Live And Loud. Indimenticabili le risate della band all’ingresso improvviso sul palco di Lorenzo/Corrado Guzzanti.

Madonna – Turn Up The Radio

Quasi 30 anni dopo i fasti di Like A Virgin, Madonna torna sul luogo del delitto. Siamo nel 2012 e la signora Ciccone non sconvolge più come un tempo, ma alcune immagini esplicite del filmato dimostrano che la voglia di provocare non sia passata del tutto. Le riprese hanno luogo tra Firenze e Barberino del Mugello e vedono la cantante impegnata a reclutare personaggi bizzarri sulla propria Cadillac. Divertente il finale con l’autista che, in italiano, pronuncia: «La festa è finita, adesso allacciati la cintura, stronzetta!».

Genesis – Carpet Crawlers @ Circo Massimo

Sette anni prima degli Stones, e con una reunion che fece la gioia di milioni di fan, ci pensarono i Genesis a infiammare una platea di quasi 500mila persone giunte da ogni parte d’Europa. Qualche anno dopo, quel concerto vide la sua pubblicazione ufficiale, ma proprio come Jagger e compagni, qualche estratto fu reso disponibile in anticipo. È il caso della conclusiva Carpet Crawlers, che secondo alcune voci avrebbe dovuto vedere sul palco persino Peter Gabriel e Steve Hackett. Non successe, ma nessuno se ne accorse.

Commenti

Commenti

Condivisioni