Speciali

7 buoni motivi per andare a un concerto dei Subsonica del #InUnaForestaTour

subsonica-8-buoni-motivi-concerto

Un concerto dei Subsonica è qualcosa di più che un semplice live. Ecco 7 buoni motivi che dovrebbero farvi capire perché non dovete perdervi #InUnaForestaTour2014. Foto di Chiara Mirelli

1. Ecotour

Negli ultimi anni si è fatto un gran parlare di concerti a impatto zero e di risparmio energetico, ma spesso le soluzioni adottate si sono dimostrate poco utili. In questo senso, invece, i Subsonica sembrano aver trovato una soluzione all’avanguardia, sia come impatto ambientale – limitando i consumi di circa un terzo rispetto ai precedenti tour – sia dal punto di vista artistico. L’illuminazione a led, quindi senza l’utilizzo delle luci a incandescenza, garantirà uno spettacolo di altissimo profilo, che siamo curiosi di scoprire. Si tratterà del secondo esperimento a livello mondiale, dopo i Radiohead, e il primo in assoluto in Italia.

2. A misura di portafogli

Non solo il vantaggio ecologico, ma pure quello economico: come già in passato, anche per questo nuovo appuntamento i Subsonica hanno scelto di mantenere un prezzo del biglietto piuttosto contenuto, specialmente se si pensa alla qualità dello spettacolo offerto. Il tentativo, onorevole, è quello di riuscire a coinvolgere il maggior numero di fan, senza gravare troppo sul loro portafoglio, in un periodo poco felice per l’economia italiana. Piaccia o no, è un modo concreto per ringraziare chi segue la band in maniera fedele.

3. Una nave in una foresta

Se anche voi vi sentite spaesati e a disagio, come suggerisce la metafora del titolo, allora è probabile che al concerto dei Subsonica possiate trovare molte anime gemelle. C’è molta curiosità per scoprire come suoneranno dal vivo alcuni tra i pezzi migliori del nuovo disco del quintetto torinese. Da Ritmo Abarth, che sembra pensata apposta per scatenare il pubblico, fino ai singoli Lazzaro e Di Domenica, un momento più introspettivo che siamo certi diventerà uno dei più gettonati del tour.

4. Scoprire nuova musica

Un concerto non è fatto solamente delle due ore di musica del gruppo per il quale si è pagato il biglietto, ma anche di altri piccoli particolari e accorgimenti. Per esempio, io ricordo con piacere di aver scoperto i Thin Lizzy, da ragazzino, prima di un concerto dei Mudhoney a Milano. Non esistendo allora applicazioni come Shazam o Soundhound, avevo chiesto in giro tra il pubblico fino a scoprire il titolo del brano, il celebre The Boys Are Back In Town. Chissà che qualcuno non si innamori perdutamente degli artisti che la band ha deciso di far ascoltare in attesa dell’inizio: Balam Acab, Biblo, Jon Hopkins, Jai Paul, Hudson Mohawke, Natan Fake, Boards Of Canada, Burial, Niagara, Max Casacci e Vaghe Stelle, These New Puritans, Hype Williams, Four Tet…

Subsonica Tour 2014 video

Subsonica-tour-banner

5. Festeggiare il 18esimo

Raggiunta la maggiore età, con 18 onorevoli anni di carriera alle spalle, è importante riconoscere ai Subsonica i giusti onori. Se l’accusa che più di frequente viene mossa alla band è quella di assomigliare troppo a se stessa, allora vuol dire che il lavoro fatto finora è stato perfetto o quasi. Il percorso dei torinesi è uno dei più intriganti e personali degli ultimi vent’anni di musica pop e rock italiana, a dimostrazione di come sia possibile inglobare influenze esterne e usarle in maniera inedita. La lunga serie di hit targate Subsonica è la dimostrazione di quanto appena detto, nonché il cuore pulsante dello spettacolo live. Non un greatest hits, ma quasi…

biglietti concerto subsonica tour 2014

6. Le gif animate

Se siete davvero fan del gruppo saprete già tutto: tra tutti quelli che hanno scelto di raccontare la propria domenica con una gif animata e pubblicarla con l’hashtag #gifdidomenica su Google +, ne saranno scelti dieci che potranno assistere al live dei Subsonica direttamente dal palco. I vincitori, inoltre, avranno anche l’onore di vedere le proprie gif indossate dalla band. Come spiega Max: «Le immagini non saranno proiettate, ma generate dal tessuto dei capi che abbiamo addosso, costituito da fibra tessile intrecciata a dei led». Per capirlo bene, toccherà assistere da vicino al concerto, quindi datevi da fare.

7. I consigli di Boosta

Se nessuno dei sette punti precedenti è servito a convincervi ad andare a un concerto dei Subsonica, allora resta un’unica soluzione. State a sentire cosa vi dice Boosta. Se non volete rischiare di rimanere senza Subsonica e, soprattutto, senza amici, vi conviene seguire i suoi suggerimenti. Ci vediamo lì.

Boosta Subsonica concerto

Commenti

Commenti

Condivisioni