Speciali

Dimmi quanti like hai (e ti dirò chi sei)

artisti-piu-seguiti

I social network e le piattaforme di contenuti multimediali sono sempre più importanti per la carriera di un artista. Il processo è ormai irreversibile. Ma più il fenomeno aumenta di proporzione, più aumentano le proposte del “mercato nero”: fan, follower e views si possono comprare facilmente e a prezzi bassi. Tanto che adesso sono arrivati i software per beccare chi gonfia i propri numeri in rete.

Il fenomeno dell’acquisto di visite, utenti e preferenze è una delle aree più floride e attive dell’industria del web 2.0: una sorta di mercato nero virtuale, con aziende che, attraverso lo sviluppo e la gestione di software che a loro volta controllano automaticamente account falsi, fatturano in media un milione di dollari a settimana. D’altra parte lo scorso anno sono stati gli stessi dirigenti di Facebook e Twitter ad ammettere che la presenza degli account falsi, o per lo meno sospetti, è nell’ordine del 10% per il social network di Zuckerberg, mentre i profili cinguettanti dubbi si aggirerebbero intorno ai 25 milioni. Il Financial Times dal canto suo è stato ben più spietato durante una ricerca condotta l’estate scorsa, arrivando ad affermare che addirittura il 45% del seguito (fan e follower) delle aziende presenti sui network già citati potrebbe essere fasullo.

numbers luglio 2013 (1)

Al giorno d’oggi l’importanza di un moniker o di una popstar all’interno del mercato musicale si misura per buona parte in base a tre aspetti: “views”, “follower” e “like”. L’affermazione di un nuovo nome nel firmamento passa necessariamente da quante volte il video del nuovo singolo è stato visualizzato su YouTube, da quante sono le persone che lo seguono su Twitter e da quanto numerosi sono i “mi piace” alla fanpage ufficiale di Facebook. Le masse sono storicamente facilmente influenzabili: più è numerosa la legione di fan online di una star, più è probabile che il seguito aumenti per osmosi nel momento in cui inizi a far parlare a sufficienza di sé e diventi il fenomeno social del momento, incrementando aprioristicamente e acriticamente numeri, risultati e, conseguentemente, guadagni e incassi.
Non passa quindi solo dai talent show il successo nel music biz del nuovo millennio, ma anche attraverso i social network e le piattaforme di condivisione dei media. Il video più visto della storia di YouTube è il tormentone Gangnam Style, del coreano PSY. Nel mondo, stando alle rilevazioni di Google, oltre un miliardo e mezzo di persone ha visto la clip che ha imperversato in ogni discoteca, negozio, televisione nell’estate del 2012. La pop(teen)star più seguita su Twitter è invece Justin Bieber, con oltre 41 milioni di follower.

numbers luglio 2013 (2)

La fanpage che maggiormente piace agli utenti di Facebook sparsi in tutto il mondo è infine quella di Rihanna, che può vantare oltre 72 milioni di “Like”. Se questi numeri siano effettivamente veri è materia di discussione tra fan e fazioni rivali. E’ vero, ultimamente con lo sviluppo di software professionali quali FakeFollowers, Twitter Audits, Status People e Facebook Checker sta diventando più complicato gonfiarsi i profili senza essere beccati in flagrante, è altrettanto vero però che i bassi costi legati al mercato nero dei “Mi piace” (con soli 200 Euro ci si può portare a casa un discreto pacchetto base, vedi tabella) invogliano eccome a bypassare un lavoro di fidelizzazione e aumento clic che potrebbe richiedere anni di lavoro costoso e dedicato.
E’ già capitato tuttavia che YouTube cancellasse centinaia di milioni di visualizzazioni video da un giorno all’altro. Alla fine del 2012, due importanti major sono state punite dalla piattaforma video per aver utilizzato misure non legali per aumentare il numero complessivo delle visualizzazioni: quasi due miliardi di views sparirono improvvisamente dai canali ufficiali delle etichette generando un mare di polemiche e di accuse. Anche Facebook e Twitter hanno recentemente annunciato un imminente inasprimento dei controlli su profili che hanno incrementato in breve tempo e innaturalmente numeri e seguito. Per violazioni ripetute del regolamento, si potrà arrivare fino all’eliminazione delle utenze gonfiate. Popstar (e relativi uffici marketing) sono avvisati.

numbers luglio 2013 (3)

numbers luglio 2013 (4)

Commenti

Commenti

Condivisioni