Speciali

La storia d’amore tra Springsteen e l’Italia non può prescindere da San Siro

bruce-springsteen-san-siro-volte
di Massimo Longoni
Foto di Francesco Prandoni

La storia d’amore di Bruce Springsteen con il pubblico italiano ha una cornice precisa, il luogo dove tutto è iniziato: lo stadio di San Siro. Prima del mitico concerto del 1985 i fan di tutta Italia del Boss potevano giusto sognare su qualche bootleg o sperare in trasferte non troppo proibitive, come quelle in Svizzera per il tour di The River nel 1981. Da quel giorno lo stadio milanese è diventato la casa di Springsteen nel nostro Paese. Da allora ha suonato cinque volte a Milano, cinque concerti entrati nella storia che ricordiamo con l’aiuto di Claudio Trotta, suo storico promoter e amico personale.

21 GIUGNO 1985
È un San Siro vecchio stampo quello che accoglie il Boss nella sua prima italiana: non c’è ancora il terzo anello e il palco viene messo sul lato corto, con la folla a riempire il catino quasi completamente, in maniera oggi impensabile. «È l’unico live che non ho organizzato io ma diedi una mano al promoter Franco Mamone» ricorda Trotta. «Dello show non vidi quasi nulla: passai quasi tutto il tempo fuori in bicicletta a controllare che andasse tutto bene». Nils Lofgren festeggia il compleanno sul palco e Bruce canta I Can’t Help Fallin’ In Love di Elvis, dedicata a Julianne Phillips, con cui si è sposato da poco più di un mese. Negli anni a seguire il brano sparirà dalle scalette tranne che per rare occasioni.

La scaletta: Born In The U.S.A., Badlands, Out In The Street, Johnny 99, Atlantic City, The River, Working On The Highway, Trapped, Prove It All Night, Glory Days, The Promised Land, My Hometown, Thunder Road, Cover Me, Dancing In The Dark, Hungry Heart, Cadillac Ranch, Downbound Train, I’m On Fire, Because The Night, Backstreets, Rosalita (Come Out Tonight), Can’t Help Falling In Love, Born To Run, Bobby Jean, Ramrod, Twist And Shout/Do You Love Me?, Rockin’ All Over The World

28 GIUGNO 2003
Ci vogliono 18 anni perché le porte dello stadio si riaprano per Springsteen. L’occasione è speciale, il tour è quello dell’album The Rising, che segna il ritorno compiuto al sodalizio con la E Street Band, sciolto negli anni ’90. «Indimenticabile per me» dice Trotta. «Un po’ come l’emozione che provi quando ti nasce il primo figlio». Serata da ricordare per lo show travolgente (Bruce lo inserisce tra i suoi cinque migliori di sempre) e per un violentissimo nubifragio che si abbatte sullo stadio facendo fuggire per qualche minuto buona parte della gente che si trova sul prato. Ma il Boss non si scompone e anzi attacca subito Who’ll Stop The Rain sfidando l’acqua a viso aperto.

La scaletta: The Promised Land, The Rising, Lonesome Day, My Love Will Not Let You Down, Darkness On The Edge Of Town, Empty Sky, The River, Waitin’ On A Sunny Day, Who’ll Stop The Rain, Growin’ Up, Worlds Apart, Badlands, Out In The Street, Mary’s Place, Follow That Dream, Thunder Road, Into The Fire, No Surrender, Bobby Jean, Ramrod, Born To Run, My City Of Ruins, Land Of Hope And Dreams, Dancing In The Dark, Rosalita (Come Out Tonight)

25 GIUGNO 2008
È l’anno del patatrac: la show si allunga a dismisura e la conclusiva Twist And Shout sembra non finire mai, prolungandosi fino a far sforare il concerto di 22 minuti oltre l’orario fissato per legge. «Ma a staccare la spina, come avevano fatto a Londra, non ci ho pensato nemmeno» dice il promoter «Ballavo e dietro di me Nico Colonna (direttore di Smemoranda, ndr) canticchiava ‘Claudio Trotta in libertà o bruciamo la città’». Libero lo sarà davvero ma solo dopo una denuncia e un processo finito con due assoluzioni in altrettanti gradi di appello.

La scaletta: Summertime Blues, Out In the Street, Radio Nowhere, Prove It All Night, The Promised Land, Spirit In The Night, None But The Brave, Hungry Heart, Candy’s Room, Darkness On The Edge Of Town, Darlington County, Because The Night, She’s The One, Livin’ In The Future, Mary’s Place, I’m On Fire, Racing In The Street, The Rising, Last To Die, Long Walk Home, Badlands, Girls In Their Summer Clothes, Detroit Medley, Born To Run, Rosalita (Come Out Tonight), Bobby Jean, Dancing In The Dark, American Land, Twist And Shout

7 GIUGNO 2012
C’è un pizzico di malinconia in questo ritorno: per la prima volta la E Street Band sale sul palco di San Siro senza Danny Federici e Clarence Clemons, scomparsi nel 2008 e nel 2011. Due componenti storici di questa importanza non si sostituiscono e così il gruppo cambia pelle: si aggiungono una sezione fiati e altri musicisti, per un totale di 14 artisti a supportare Bruce nel suo tour de force. Perché tale è lo show. «Iniziò alle 20 e grazie alla mia vittoria in tribunale ottenemmo di terminare per mezzanotte e mezza» racconta Trotta. Quasi quattro ore, con Glory Days e Twist And Shout quando qualcuno già sta sfollando pensando che il concerto sia finito.

La scaletta: We Take Care of Our Own, Wrecking Ball, Badlands, Death To My Hometown, My City Of Ruins, Spirit In The Night, The E Street Shuffle, Jack Of All Trades, Candy’s Room, Darkness On The Edge Of Town, Johnny 99, Out In The Street, No Surrender, Working On The Highway, Shackled And Drawn, Waitin’ On A Sunny Day, The Promised Land, The Promise, The River, The Rising, Radio Nowhere, We Are Alive, Land Of Hope And Dreams, Rocky Ground, Born In The U.S.A., Born To Run, Cadillac Ranch, Hungry Heart, Bobby Jean, Dancing In The Dark, Tenth Avenue Freeze-Out, Glory Days, Twist And Shout

3 GIUGNO 2013
A distanza di solo un anno dalla volta precedente Bruce si ripresenta davanti al pubblico milanese. Che gli fa trovare una sorpresa speciale per l’inizio del concerto: gli anelli dello stadio sono colorati da cartelli bianchi, rossi e verdi che compongono la scritta Our Love Is Real. Persino lui, che nella vita ha visto di tutto, rimane a bocca aperta e non riesce a iniziare a cantare. «Diedi una mano ai ragazzi per la realizzazione della coreografia» ricorda Trotta «lui ne fu davvero commosso, è stato un grande momento».

La scaletta: Land Of Hope And Dreams, My Love Will Not Let You Down, Out In The Street, American Land, Long Tall Sally, Loose Ends, Wrecking Ball, Death To My Hometown, Atlantic City, The River, Born In The U.S.A., Cover Me, Darlington County, Working On the Highway, Downbound Train, I’m On Fire, No Surrender, Bobby Jean, I’m Goin’ Down, Glory Days, Dancing In The Dark, My Hometown, Shackled And Drawn, Waitin’ On A Sunny Day, The Rising, Badlands, Hungry Heart, This Land Is Your Land, We Are Alive, Born To Run, Tenth Avenue Freeze-Out, Twist And Shout, Shout, Thunder Road

Commenti

Commenti

Condivisioni