Speciali

I concerti più attesi del 2014

concerti-2014-date-più-attese

Il calendario dei concerti del 2014 è ricchissimo, nonostante manchi all’appello ancora qualche annuncio importante. Ecco gli show più attesi di star internazionali e italiane in programma nei prossimi mesi. Foto di Francesco Prandoni.

«Che annata pazzesca di concerti, difficilmente l’anno prossimo sarà così ricco», o qualcosa del genere. Quante volte, per lo meno qui in redazione, abbiamo pronunciato quella frase! Per poi essere regolarmente smentiti, merito di calendari sempre più densi di grandi appuntamenti. La storia si ripete anche per il 2014, annata già piena zeppa di eventi live imperdibile: alla faccia della crisi economica, gli italiani ai concerti non rinunciano. Ricordando che nomi del calibro di U2 e Foo Fighters devono ancora annunciare i propri piani per i prossimi mesi – niente di ufficiale, ma li aspettiamo entrambi – facciamo un riepilogo dei concerti che ci attendono quest’anno.

Si parte forte già a gennaio, con due act che, benchè ai poli opposti per proposta sonora, attireranno grandi masse: i Dream Theater saranno in Italia per quattro date, Michael Bublé invece si esibirà in un doppio show al Forum di Assago (Milano). A febbraio l’attesa è tutta per i tre appuntamenti indoor dei Depeche Mode, mentre i Backstreet Boys proveranno a imitare la rinascita dei Take That con un tour mondiale che passa da Milano (ce la faranno?). Parlando di star italiane, sempre a febbraio riprenderanno le fortunatissime tournée di Renato Zero e di Max Pezzali.

Calma apparente a marzo e aprile: Claudio Baglioni, Elisa e Alessandra Amoroso sono i top tour nazionali; Joe Bonamassa, Skunk Anansie (a teatro con uno show acustico), i ritrovati Franz Ferdinand e i nuovi idoli pop Bastille (numero 1 in Inghilterra con la cover di Rythm Of The Night) sono invece le eccellenze internazionali pronte a farci visita. Maggio, preludio alla scorpacciata di eventi estivi, è da sempre un mese clou: si incrociano le chiusure dei tour al chiuso e comincia la stagione open-air. Basti citare eventi di rilievo assoluto come il concerto di Robbie Williams a Torino, il tour nei palazzetti di Giorgia e le prime date negli stadi di Ligabue (in partenza con una tournée che durerà fino a luglio). Parlando di stadi, non dimentichiamoci di Biagio Antonacci a San Siro (e a Bari) e ricordiamoci anche degli spettacoli a teatro di Ben Harper

A cavallo tra fine maggio e inizio giugno, l’unico grande festival annunciato al momento (di Heineken Jammin Festival e compagnia bella nemmeno l’ombra anche nel 2014) che ci regalerà quattro giorni di musica all’Arena Joe Strummer di Bologna: Rock In Idro, che quest’anno punta tutto sulla varietà, come dimostrano gli headliner: Fatboy Slim, Iron Maiden, Queens Of The Stone Age, Ska-P, a cui si aggiungono (e si aggiungeranno) molti altri.

Giugno vedrà in rapida successione l’inizio di due kermesse “sorelle” come Rock In Roma (con star mondiali come Arcade Fire, David Guetta e The Black Keys in calendario) e City Sound Milano (Motorhead e ZZ Top tra i nomi di punta già confermati), rassegne che si protrarranno fino a luglio, oltre ai super eventi negli stadi di Vasco Rossi (Il Live Kom 2014 tocca Milano e Roma), Pearl Jam e One Direction, che coinvolgeranno un pubblico sì diverso a livello di gusti ma identico in termini numerici, visti i dei sold-out registrati già da tempo per questi show. Da non dimenticare assolutamente gli Aerosmith, che torneranno in Italia a quattro anni dall’ultima esibizione. Per chi invece preferisce i concerti al chiuso, tra Miley Cyrus, Thirty Seconds To Mars (a Torino), Black Sabbath e Nine Inch Nails, ce n’è davvero per tutti i gusti.

Luglio proseguirà l’abbuffata estiva con le già annunciate date negli stadi dei Modà, oltre all’unico show italiano dei Metallica al Rock In Roma. Chi cerca invece un evento meno popolato, ma non certo qualitativamente inferiore, potrà orientarsi sul Collisioni Festival di Barolo (Cuneo), che ospiterà Jeff Beck, Deep Purple e Neil Young. Tutto questo in attesa che siano annunciati i concerti autunnali. Insomma, buon divertimento.

Commenti

Commenti

Condivisioni