Speciali

I 10 concerti più importanti nella carriera degli AC/DC

migliori-concerti-ac-dc

Gli AC/DC torneranno in tour in Europa quest’anno, prima data sabato 7 maggio a Lisbona. In Italia purtroppo non li rivedremo e ci dobbiamo accontentare di quel che è rimasto impresso nella memoria del fenomenale concerto dello scorso a Imola. C’è chi si rammarica per questo e chi invece non è così dispiaciuto, visto il recente avvicendamento al microfono, con Brian Johnson che ha lascitato il posto ad Axl Rose per motivi di salute. La sostituzione ha lasciato perplessi – se non scontenti – molti, ma quel che è certo è che i prossimi live resteranno nella storia, vista l’unicità della formazione.

Nella storia però ci sono molti altri concerti degli australiani, visto che la loro carriera è costellata di molti live show memorabili. Come ha sottolineato Ultimate Classic Rock, alcuni di questi sono da ricordare con particolare attenzione rispetto ad altri per diversi motivi. Vediamo quali.

31 dicembre 1973
La carriera degli AC/DC dal vivo iniziò ufficialmente nel nightclub Chequers, a Sydney. I giovanissimi fratelli Young suonarono circa 30 cover divise in due set. Il cantante all’epoca era Dave Evans, presente anche nel primissimo video ufficiale di Can I Sit Next To You Girl, singolo di lancio del gruppo nel 1974. La clip qui sotto mostra i ragazzi alle prese con qualche problema d’identità a livello di vestiario, decisamente sbilanciato verso il glam rock.

5 ottobre 1974
Il primo concerto di Bon Scott al Le-Sands Masonic Hall di Brighton (Australia). È la vera svolta hard rock degli AC/DC. Il divertentissimo video di Baby Please Don’t Go qui sotto (con il cantante vestito da scolaretta e con sigaretta d’ordinanza accesa), mostra una band che si diverte ed è tremendamente affiatata, pronta per il successo assoluto che arriverà a breve.

9 dicembre 1979
Uno dei live più famosi di sempre. Uscito come The Let There Be Rock Concert, fu filmato al Pavillon di Parigi e venne pubblicato pochi mesi prima della morte di Bon Scott. Per molti fan, questo è l’apice assoluto della band, incredibilmente travolgente dal vivo ed esaltante come nessun’altro a quei tempi. Qui sotto il video di I’m A Rocker.

27 gennaio 1980
L’ultimo concerto di Bon Scott. Il live si svolse a Southampton, a conclusione del tour di supporto al blockbuster Highway To Hell. Il 19 febbraio di quell’anno il cantante morì in seguito a un’intossicazione acuta da alcol. Qui sotto un’apparizione della band al programma inglese Top Of The Pops, filmata solo dodici giorni prima del decesso del frontman.

29 giugno 1980
Primo concerto di Brian Johnson come cantante degli AC/DC. Dopo il successo clamoroso dell’album Back In Black, la band torna dal vivo a Namur, in Belgio. E Brian era già perfettamente integrato nel sound del gruppo, date un ascolto all’audio qui sotto.

3 maggio 1988
Malcolm è momentaneamente ai box per sistemare alcuni problemi personali legati alla dipendenza da alcol. Gli AC/DC iniziano la leg americana del loro tour di supporto a Blow Up Your Video e Stevie Young, per la prima volta, prende il posto dello zio. Se la cava? Giudicatelo da For Those About to Rock, pezzo estratto dal video bootleg del concerto.

28 settembre 1991
L’URSS sta per scomparire. Per festeggiare, all’aeroporto di Tushino (Mosca), viene organizzato uno dei più grandi festival che la storia ricordi. Fonti non ufficiali parlano di oltre un milione e mezzo di presenti, per assistere alle performance di Pantera, Black Crowes, Metallica e AC/DC (headliner). Probabilmente la data del Monsters Of Rock più leggendaria di sempre.

18 febbraio 2003
Un vero e proprio tour da sogno. Rolling Stones e AC/DC insieme per otto date. Qualcosa di irripetibile. Nel video qui sotto Angus e Malcolm jammano insieme agli Stones in Australia su Rock Me Baby, uno dei più celebri brani blues, registrato per la prima volta da B. B. King.

28 giugno 2010
Nessuno avrebbe mai pensato che, dopo la conclusione del concerto di Bilbao (ultima data del Black Ice World Tour), Malcolm Young non sarebbe più salito sul palco per esibirsi con gli AC/DC. La sua malattia purtroppo, ha fatto sì che queste fossero le ultime note suonate dal vivo dal chitarrista ritmico della band. Mentre Phil Rudd, storico batterista della band anche lui sul palco in quel concerto, negli ultimi mesi ha avuto diversi problemi con la giustizia. Cosa che ha spinto gli AC/DC a sostituirlo per l’imminente tour mondiale del 2015.

8 febbraio 2015
Gli AC/DC tornano a suonare dal vivo in occasione dei Grammy Awards 2015. Sul palco eseguono Rock Or Bust (video qui sotto) e Highway To Hell. Sullo stage ci sono Angus Young, Brian Johnson e Cliff Williams. Al posto di Malcolm ritorna Stevie Young e alla batteria si rivede Chris Slade, dinamitardo metronomo dell’epoca di Razor’s Edge.

Commenti

Commenti

Condivisioni