Speciali

10 momenti indimenticabili del Concertone

concerto-1-maggio-momenti-indimenticabili

Il Concerto del 1 maggio a Roma è, dal 1990, un appuntamento fisso per gli appassionati di musica del nostro paese. Molti, soprattutto i più giovani, ignorano il fatto che gli organizzatori del Concertone siano CGIL, CISL e UIL, ovvero i tre sindacati italiani più grandi. In ogni caso, tra ospiti eccezionali, attacchi al potere e inconvenienti tecnici, sono molti i momenti indimenticabili che riguardano l’evento di Piazza San Giovanni. Eccone alcuni, ordinati cronologicamente e senza intenzioni di classifica.

1991 – Gang
I Gang cantano un brano non previsto in scaletta (Socialdemocrazia) e invitano allo sciopero generale tutti i lavoratori italiani, protestando contro l’allora governo Andreotti.

1991 – Elio e le Storie Tese
Poco dopo i Gang, sono gli Elii a provocare scandalo, improvvisando un pezzo (sulle note della futura Ti amo campionato) in cui denunciano la corruzione imperante nell’ormai vacillante Prima Repubblica, con tanto di nomi e cognomi. Mollica dopo 4 minuti attacca un’intervista a caso col mitico Ricky Gianco per cercare di limitare i danni.

1993 – Litfiba
I Litfiba al top. Questa è l’era Terremoto, ovvero quella della denuncia più violenta nei confronti dei rapporti tra Stato e mafia (27:50). Piero ne ha anche per il Papa (19:46), accusato di pensare troppo al sesso e a questioni che non gli competono. Un’esibizione clamorosa anche dal punto di vista musicale, nonostante qualche problema tecnico.

1993 – Robert Plant
Anni fa, andava di moda trasmettere esibizioni di artisti internazionali registrate altrove (come d’altronde accadeva anche a Sanremo negli anni Ottanta), classificandole come contenuto speciale del Concerto del 1 maggio. Fortunatamente nel 1993, questo signore suonò dal vivo.

1993 – Iron Maiden
L’esibizione più pesante di sempre, nonostante il pubblico non sia esattamente coinvolto (escludendo il primo minuto). Probabile che la canottiera traforata del grande Bruce Dickinson abbia smorzato gli entusiasmi iniziali.

1994 – Lou Reed
Da solo con la chitarra. Quasi mezz’ora di brividi.

1995 – Radiohead
Non erano ancora le star internazionali assolute degli anni Duemila, ma i Radiohead del 1995 erano già classificabili come dei veri super ospiti del Concertone.

1999 – Vasco
A parte l’audio disumano e l’intro di Chiambretti, questa è stata l’ultima esibizione dal vivo dell’indimenticabile Massimo Riva, che mancherà proprio il 31 maggio 1999. Vasco al Concertone tornerà esattamente dieci anni dopo.

2002 – Oasis
Il delirio del pubblico dice molto su quanto gli Oasis fossero amati in Italia. Chissà che i rumor delle ultime settimane, possano in un prossimo futuro davvero portare a una reunion dei fratellini Gallagher…

2007 – Chuck Berry
La storia del rock. Chuck Berry, classe 1926, si diverte come un bambino nel suonare accordi che hanno davvero ispirato migliaia di artisti nel corso del Novecento, e sono stati la base per la crescita del rock’n’roll.

Commenti

Commenti

Condivisioni