Home Speciali

Aspettando i Daft Punk: 30 cose che (forse) non sapete sul duo francese

In attesa del nuovissimo album dei Daft Punk, una serie di 30 notizie poco conosciute sui due robot francesi.

daft punk 30 notizie

Il 21 maggio sarà finalmente nei negozi l’attesissimo Random Access Memories, ultima fatica di studio dei Daft Punk, che si appresta a registrare un grande successo di vendita. I bookmaker inglesi infatti hanno dato 4/5 la possibilità che il disco polverizzi il record di vendite nella prima settimana della classifica inglese, che al momento appartiene a Be Here Now degli Oasis con 650.00 copie vendute. Per l’occasione la rivista inglese NME, ha stillato un elenco di 30 notizie sul duo francese che (forse) non conoscete. Eccole qua.

1) Thomas Bangalter indossa l’emetto che ricorda vagamente una buchetta delle lettere, mentre Guy-Manuel De Homem-Christo (anche conosciuto come “Guy-Man”) porta quello più liscio, generalmente dorato.

2) Dopo il successo della super hit Da Funk, registrarono un secondo brano molto simile, ma l’hanno cancellato in favore di Rollin’ And Scratchin. «Abbiamo volontariamente ucciso Da Funk 2 – hanno poi dichiarato – si tratta sempre di seguire l’inaspettato».

3) Il padre di Thomas Bangalter, Daniel Vangarde ha scritto i brani D.I.S.C.O. degli Ottawan e Cuba dei Gibson Brothers.

4) Una volta, il Duca Bianco David Bowie in persona ha chiamato il loro studio per chiedere di remixare un suo brano. Loro hanno gentilmente rifiutato

5) I Daft Punk non vogliono che i loro visi siano fotografati dal maggio del 1996.

6) Hanno avviato il loro Daft Club nel 2001, ideato per essere una via di mezzo tra un portale internet, una carta fedeltà per gli acquisti e un sito di download.

7) Devono il loro nome proprio a NME, che in una recensione definì la canzone Cindy, So Loud della loro prima band Darlin “a daft punky thrash” (un gruppetto di stupidi teppisti)

8) La coppia di robot è apparsa in una pubblicità Gap con Juliette Lewis, con colonna sonora Digital Love.

9) Hanno anche partecipato ad una pubblicità Adidas ad alto budget ambientata nela cantina di Star Wars, insieme a David Beckham e Snoop Dogg.

10) James Murphy degli LCD Soundsystem fa riferimento al duo in due tracce. Non solo la celebre Daft Punk Is Playing At My House ma anche in Losing My Edge, dove dichiara di essere i primo DJ a «suonare i Daft Punk ai ragazzi rock».

11) Nel video della canzone Robots dei Flight Of The Conchords, appaiono due automi improvvisati dal manager della band. Il duo folk ha dichiarato: «Non sembrano i Daft Punk. Ni volevamo che assomigliassero a loro».

12) Nel 1998 il sideproject di Thomas Bangalter, chiamato Stardust, ha avuto un successo mondiale con il brano Music Sounds Better With You.

13) Thomas ha un altro progetto parallelo, chiamato Togheter, con Dj Falcon. Hanno pubblicato due canzoni So Much Love To Give e Together, e inoltre Dj Falcon partecipa alla traccia conclusiva del nuovo album Contact.

14) In una puntata dei Simpson, l’appassionato di musica dance Disco Stu indossa il casco dei Daft Punk

15) In una puntata della serie televisiva Girls di HBO, Marnie canta una sua interpretazione della collaborazione tra i Daft Punk e Kanye West, Stronger. Terribile.

16) I due francsi sono saliti sul palco durante il bis del concerto dei Phoenix al Madison Square Garden il 20 ottobre 2010. Hanno suonato un medley di Harder, Better, Faster, Sronger e Around The World prima della canzone del gruppo principale 1901.

17) Hanno fatto la loro prima performance live in tv in occasione dei Grammy del 2008, quando in un apparizione a sorpresa hanno eseguito una versione rimaneggiata di Stronger con Kanye West

18) Daft Hands, un video fatto da un fan le cui mani  performano Harder, Better, Faster, Stronger ha ottenuto 56 milioni di view su YouTube.

19) Tutti gli abiti recenti dei Daft Punk sono stati disegnati da Hedi Slimane della casa di moda Saint Laurent.

20) L’ultimo album Random Access Memories è lungo 74 minuti. Esattamente la lunghezza standard di un CD.

21) Guy-Man ha descritto Screamadelica dei Primal Scream come una grande fonte di ispirazione per i Daft Punk: «Uno dei primi a scatenare un esplosione nelle nostre teste».

22) Si dice che Guy-Manuel De Homem-Christo sia di famiglia aristocratica e che i suoi antenati abbiano cavalcato contro Enrico V ad Agincourt.

23) Hanno confessato che da giovani erano fan di Barry Manilow. «Molte band vogliono sembrare fighe – ha dichiarato Guy-Man in un intervista – e non ammettono cosa gli piaceva realmente. A noi piaceva tutto; non ci interessa».

24) Quando nel 2007 gli hanno chiesto quali dischi mettono su per ballare hanno elencato Testarossa Autodrive di Kavinsky, New Day Rising degli Husker Du, Flashing Lights di Kanye West, Lex dei Ratatat e Sexual Sportswear (SebastiAn remix) di Sebastian Tellier.

25) Prima di iniziare ad usare i loro caratteristici elmetti, erano soliti usare vari tipi di maschere negli scatti fotografici, incluse un paio di Beavis and Butthead.

26) Thomas e Guy-Man si sono conosciuti a scuola, all’età di 12 anni.

27) Produrre i caschi originali del periodo Discovery è costato  65.000 $. Erano entrambi capaci di riprodurre testi e animazioni sui display.

28) Nel 2003 la band ha creato un film animato intitolato Interstella 5555: The 5tory of the 5ecret 5tar 5ystem uscito in contemporanea all’album Discovery. Estratti del film sono stati usati come video delle tracce dell’album.

29) Nel 2006 invece realizzarono un film chiamato Electroma, circa due robot e i loro tentativi di diventare umani. I dialoghi sono completamente assenti ed è stato il primo a non utilizzare loro musica originale.

30) La band ha lavorato più volte con il regista Spike Jonze, cominciando con il video di Da Funk del 1995, dove appare un cane antropomorfo con una stampella chiamato Charles.

Commenti

Commenti

Condivisioni